Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 02:32

Calcio - Riva difende Cassano: «Non ha colpe»

Il giocatore, escluso dall'Italia, paga i problemi con la Roma. Riva: «Secondo il mio parere Antonio non ha colpe. Purtroppo la Roma ha dato la sensazione che non credesse nel barese. Se non erano convinti delle sue qualità era meglio venderlo subito dopo l'Europeo»
FIRENZE - Gigi Riva continua a difendere Antonio Cassano e a schierarsi dalla sua parte. Il team manager azzurro, martedì scorso, è intervenuto ai microfoni di Radio Incontro, all'interno della trasmissione SPQR condotta da Max Leggeri soffermandosi, in particolare, sul momento di Antonio Cassano e sulla mancata convocazione di Christian Panucci in azzurro.
Riva ha difeso a spada tratta Cassano spiegando che secondo lui le porte della nazionale per il barese sono ancora aperte. «Antonio è un ragazzo un po' particolare ma chi conosce la sua storia può capire molte cose - spiega Riva -. E' un ragazzo sensibile, molto esuberante e con il giusto orgoglio. Il suo talento non si discute, Lippi lo sta seguendo e spera che la situazione si risolva perché è pronto a convocarlo».
Cassano paga i problemi con la Roma, decisa a non convocarlo finché il barese non firmerà il rinnovo del contratto. «Secondo il mio parere Antonio non ha colpe - continua Riva -. Purtroppo la Roma non gli ha proposto il rinnovo al momento giusto ed ha dato la sensazione che non credesse nel giocatore. Se non erano convinti delle sue qualità era meglio venderlo subito dopo l'Europeo. Vedere il suo nome sui giornali tutti giorni mi dà fastidio, vengono messi in risalto sempre e solo i suoi difetti».
«In Nazionale - continua Riva - Antonio si è comportato sempre bene, da giocatore vero. Aver condannato sempre e solo Cassano è ingiusto, credo che le responsabilità maggiori siano della società che non è riuscita a rinnovare il contratto ad Antonio». Gigi Riva ha parlato anche di Christian Panucci, lasciando ancora qualche spiraglio per una convocazione in azzurro del laterale destro: «Christian sta facendo una stagione molto buona; deve stare tranquillo e continuare a giocare così - ha spiegato Riva -. Secondo il mio parere ha tutte le possibilità di far parte delle convocazioni definitive per il Mondiale ma la decisione spetta a mister Lippi ed io non voglio sostituirmi a lui».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione