Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 08:46

Moto- Dominio spagnolo nel GP di Valencia

Nell'ultimo impegno del Mondiale, Gibernau nella MotoGP (davanti a Melandri e Hayden. Rossi 15° per una caduta), Dani Pedrosa tra le 250 e Sergio Gadea nelle piccole 125 hanno ottenuto la pole position con delle grandi prestazioni. Gare in programma domenica 6 (dalle 11, diretta Italia1)
VALENCIA (SPAGNA) - Dominio dei centauri spagnoli nelle qualifiche del Gran Premio della Comunità Valenciana, ultimo impegno del Motomondiale di velocità, in programma domani sul circuito «Ricardo Tormo» di Valencia. Sete Gibernau nella MotoGP, Dani Pedrosa tra le 250 e Sergio Gadea nelle piccole 125 cc., infatti, hanno ottenuto la pole position con delle grandi prestazioni.
Nella lotta per il titolo di vice campione del mondo della 4 tempi, tra i due litiganti Melandri - Hayden si inserisce Gibernau. Sete, davanti al proprio pubblico infila una bella pole che attenua le delusioni di questa stagione 2005 e soprattutto fanno salire le sue quotazioni in vista di un cambio di team. Il pilota del team Gresini Honda, con 1'31"874 ha girato a mezzo secondo dal record che appartiene ancora a Valentino Rossi, rimanendo comunque l'unico a scendere sotto il muro dell'1'32».
Con la pole odierna Giberna fa suo ancheil BMW Award, il premio assegnato al pilota più veloce nell'insieme delle qualifiche di tutta la stagione. Almeno in questa classifica, Sete precede Valentino Rossi di circa tre secondi e mezzo. Alle sue spalle l'altra Honda Movistar di Marco Melandri e quella Hrc Repsol di Nicky Hayden. I due avversari, quindi, si tengono d'occhio, nell'attesa di darsi battaglia domani sui 30 giri della corsa. Marco vanta nove punti di vantaggio sul pilota del Kentucky e, salvo grossi inconvenienti dovrebbe farcela a laurearsi vice di Valentino Rossi.
In seconda fila, partiranno Carlos Checa, veloce nelle libere ma solo quarto nelle qualifiche con la prima delle Ducati Poi c'è Max Biaggi che ottiene il quinto tempo davanti alla Yamaha ufficiale di Colin Edwards. Settimo e quindi in terza fila Loris Capirossi che, pur non al meglio e con il fiato corto per il problema al polmone rimediato nella paurosa caduta di Phillip Island, ha fatto segnare la punta massima di velocità portando la sua Ducati a 313,8 km/h. Il campione di Borgo Rivola ha pagato un dritto nel giro buono che, sicuramente, gli è costato la prima fila. Al suo fianco la Honda Camel di Alex Barros e la Kawasaki di Shinya Nakano.
Per trovare Valentino Rossi sulla griglia di partenza della gara della Comunità, bisogna scivolare fino all'ultimo posto della quinta fila. Il campione del mondo non è andato oltre il 15° tempo ad oltre un secondo e sei decimi dalla pole di Gibernau. La causa è da ricercare in una caduta ad una decina di minuti dal termine delle qualifiche che lo ha costretto ad utilizzare la seconda moto. Rossi ha provato ad assettarla ma il tempo era poco ed anche con le gomme da qualifiche, oltre la quinta fila non poteva andare.
Nelle altre due classi, Sergio Gadea, con l'Aprilia del team Master Aspar ha ottenuto la pole position con 1'39"830, beffando per soli 3 millesimi Mattia Pasini con l'altra moto di Noale del team Totti Top Sport. Alle spalle dei due Mika Kallio staccato di 69 millesimi e Thomas Luthi (a 0"164). Il finlandese della KTM è stato più veloce dell'elvetico della Honda, ma domani dovrà sperare in un miracolo per togliere a Luhti il titolo di campione del mondo. Il pilota del team Elit Grand Prix, infatti, vanta 23 punti su quello della casa austriaca.
Ultima classe a scendere in pista è stata la «due-e-mezzo» con il solito Dani Pedrosa grande protagonista. Lo spagnolo, già riconfermatosi numero uno della categoria ed in procinto di raggiungere Hayden nel team ufficiale Hrc nella prossima stagione della MotoGP, ha ottenuto la pole girando a tempo di record con 1'35"298. Dietro di luci ad oltre due decimi i connazionali Hector Barbera e Jorge Lorenzo con le Honda, tra i quali si è inserito il sanmarinese Alex De Angelis con l'Aprilia. In seconda fila altre tre Honda, quelle di Andrea Dovizioso, Hiroshi Aoyama e Yuki Takahashi. Tra di loro, con il settimo tempo Casey Stoner, che non è riuscito a migliorare la prestazione che gli valeva la pole del venerdì. In terza fila Sebastian Porto. Anche l'argentino della casa di Noale non si è migliorato, precedendo comunque l'altra Aprilia di Randy De Puniet e le Honda del ceko Smrz e del tedesco Heidolf.

Griglia di partenza della MotoGp al Gp di Valencia ultimo atto del motomondiale 2005

1.a fila
1) Sete Gibernau (Spa) Honda in 1'31"874
2) MARCO MELANDRI (ITA) Honda 1'32"111
3) Nicky Hayden (Usa) Honda 1'32"217

2.a fila
4) Carlos Checa (Spa) Ducati 1'32"374
5) MAX BIAGGI (ITA) Honda 1'32"384
6) Colin Edwards (Usa) Yamaha 1'32"456

3.a fila
7) LORIS CAPIROSSI (ITA) Ducati 1'32"482
8) Alex Barros (Bra) Honda 1'32"518
9) Shinya Nakano (Gia) Kawasaki 1'32"663

4.a fila
10) Makoto Tamada (Gia) Honda 1'32"682
11) John Hopkins (Usa) Suzuki 1'32"785
12) Alex Hofmann (Ger) Kawasaki 1'32"966

Griglia di partenza classe 250

1.a fila
1) Daniel Pedrosa (SPA) Honda 1'35"298
2) Hector Barbera (SPA) Honda 1'35"530
3) Alex De Angelis (RSM) Aprilia 1'35"768
4) Jorge Lorenzo (SPA) Honda 1'35"942
2.a fila
5) Andrea Dovizioso (ITA) Honda 1'35"995
6) Hiroshi Aoyama (JPN) Honda 1'36"038
7) Casey Stoner (AUS) Aprilia 1'36"143
8) Yuki Takahashi (JPN) Honda 1'36"284
3.a fila
9) Sebastian Porto (ARG) Aprilia 1'36"522
10) Randy De Puniet (FRA) Aprilia 1'36"537
11) Jakub Smrz (CZE) Honda 1'36"742
12) Dirk Heidolf (GER) Honda 1'36"840

Griglia di partenza della classe 125

1.a fila
1) S. Gadea (Spa) Aprilia in 1'39.830
2) M. PASINI (ITA) Aprilia 1'39.833
3) M. Kallio (Fin) Ktm 1'39.899
4) T. Luthi (Svi) Honda 1'39.994

2.a fila
5) F. LAI (ITA) Honda 1'40.101
6) H. Faubel (Spa) Aprilia 1'40.114
7) S. Cortese (Ger) Honda 1'40.177
8) G. Talmacsi (Ung) Ktm 1'40.222

3.a fila
9) T. Koyama (Gia) Honda 1'40.256
10) M. Di meglio (Fra) Honda 1'40.502
11) M. SIMONCELLI (ITA) Aprilia 1'40.530
12) J. Simon (Spa) Ktm 1'40.643

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione