Cerca

Basket, prima vittoria Brindisi doma Cremona Gibson lascia il segno

BRINDISI - Voleva vincere ed ha vinto. Non è ancora la migliore Enel Basket, ma ciò che contava era solo smuovere la classifica della serie A e l’esserci riusciti è una bella boccata d’ossigeno. Necessaria. Aggressività a tutto campo: ecco il biglietto da visita esibito dai due quintetti. Due minuti da applausi con le triple di Ndoja (2) e Reynolds per il +19, all’avvio dell’ultimo tempino. La Vanoli è solo Harris (28 punti) che ha un po’ d’aiuto da Jackson. Per il resto è davvero poca roba, se non fosse per la bagarre che sanno mettere in atto per frenare Brindisi. La gara, però, nonostante l’aggressività dei cremonesi è segnata e Brindisi incamera i primi due punti della stagione
Basket, prima vittoria Brindisi doma Cremona Gibson lascia il segno
Enel Brindisi-Vanoli Cremona 78-68 

EnelBasket: Gibson 21 (5/6, 3/5), Reynolds 10 (1/2, 2/4), Viggiano 5 (1/1, 1/4), Robinson 8 (4/6, 0/1), Grant 2; Simmons 9 (4/5, 0/1), Fultz 4 (0/3 da 3), Formenti 6 (2/2, 0/1), Zerini, Ndoja 13 (2/3, 3/4), Porfido n.e., Rosato n.e.. All. Bucchi.

Vanoli Cremona: Johnson 9 (3/4, 0/2), Harris 30 (10/17, 2/3), Huff 2 (1/3, 0/3), Jackson 19 (6/11, 2/5), Stipanovic 6 (3/4); Vitali (0/3), Kotti 3 (1/3), Ruini (0/2, 0/1), Cazzaniga n.e., Belloni n.e., Conti n.e. All. Caja.

ARBITRi: Mattioli, Weidmann, Terreni.
Parziale17-16, 39-27, 59-47, 79-68.
Note - Tiri liberi: Br 13/14 (93%), Cr 9/14 (64%). Tiri da 2: Br 19/25 (76%), Cr 24/47 (51%). Tiri da 3: Br 9/23 (39%), Cr 4/14 (29%). Rimbalzi: Br 27 (Simmons 9), Van 25 (Jackson 6). Assist: Br 11 (Simmons, Fultz Formenti e Reynolds 2), Van 8 (Johnson 3). Spettatori: 3.500.

BRINDISI - Voleva vincere ed ha vinto. Non è ancora la migliore Enel Basket, ma ciò che contava era solo smuovere la classifica e l’esserci riusciti è una bella boccata d’ossigeno. Necessaria.

Aggressività a tutto campo: ecco il biglietto da visita esibito dai due quintetti ed a farne subito le spese sono i due pivot: Grant e Stipanovic (due falli). Bucchi manda in campo Simmons, Caja decide per Kotti. Il gioco risente della velocità che si vuole a tutti i costi imprimere ed a pagare e Brindisi con tre palle perse. Cremona ne approfitta e con Jackson (da 3) si porta in vantaggio (12-11, 6’46”). Bucchi richiama Gibson per Fultz e Viggiano per Ndoja così sul finire del tempino Kotti, da sotto, si becca una stoppata gigantesca di Simmons e il tempo si chiude col vantaggio di Brindisi: 17-16.

Alla ripresa Caja, che aveva ordinato la zona dispari sul finire del quarto, torna a far proporre la uomo. Brindisi gioca con un ordinato Simmons, con Fultz play e Gibson guardia; poi al 12’ (21-18) Formenti rileva Grant. Mossa tre «piccoli che paga subito. Così Brindisi con Gibson spinge forte sul pedale dell’acceleratore (14 punti al 17’13”, con triple stratosferiche). Bucchi insiste: Fultz, Gibson, Ndoja, Zerini e Simmons. Caja gioca con Vitali e Johnson per mettere più ordine. Ma è sempre un basket a tutta velocità che, ad ogni modo, comporta sì errori, ma riesce a regalare spettacolarità.

Zerini mette la museruola a Harris (16 punti al 19’) e con il solito Gibson (5/5, 2/3) va sul +12 (39-27) con il quale i due quintetti vanno al riposo. In questi primi 20’ è la panchina (45%) a pagare per Brindisi; mentre Caja deve dare una pacca ad Harris (5/9, 1/2) se riesca a stare ancora a galla.

Caja ricomnicia con lo stesso quintetto iniziale (ma Stipanovic fa subito il 3° fallo), imitato da Bucchi. Segna Robinson, poi Brindisi subisce un 6-0 (Harris 4 e Jackson), ma Gibson e Reynolds allungano sul +11 (46-35). Il gioco, rispetto alla prima frazione è un po’ più lento. Dal 25’ Fultz rileva Gibson; poi è il turno di Ndoja per Viggiano e Simmons per Grant. Caja ringrazia Harris che fa il bello ed il cattivo tempo e fa accomodare Johnson per Vitali, tentativo (in parte riuscito) di sporcare così le linee di Brindisi che con pazienza riesce a costruire l’ultimo tiro del terzo tempo (da 3) con Raynolds: 59-47.

Due minuti da applausi con le triple di Ndoja (2) e Reynolds per il +19, all’avvio dell’ultimo tempino. La Vanoli è solo Harris (28 punti) che ha un po’ d’aiuto da Jackson. Per il resto è davvero poca roba, se non fosse per la bagarre che sanno mettere in atto per frenare Brindisi. La gara, però, nonostante l’aggressività dei cremonesi è segnata e Brindisi incamera i primi due punti della stagione.

Franco De Simone

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400