Cerca

Lecce, attesa infinita il Tnas prende tempo per il derby truccato

di MASSIMO BARBANO
LECCE - Derby truccato, il Tnas vuole vederci chiaro e chiede ulteriori due mesi di tempo per valutare più attentamente la vicenda. È stato questo l’esito dell’udienza che ieri mattina si è aperta davanti al Tribunale per l’arbitrato del Coni presieduto dal professor Franco Modugno, docente di Diritto Costituzionale. Un risultato che viene considerato interessante dai legali del Lecce e di Pierandrea Semeraro. Magra consolazione, perchè, anche qualora il Tnas decidesse che quella di Semeraro non possa configurarsi come responsabilità diretta, il Lecce non potrà essere riammesso in serie B perchè è impensabile che i campionati ricomincino daccapo
Lecce, attesa infinita il Tnas prende tempo per il derby truccato
di Massimo Barbano

LECCE - Derby truccato, il Tnas vuole vederci chiaro e chiede ulteriori due mesi di tempo per valutare più attentamente la vicenda.

È stato questo l’esito dell’udienza che ieri mattina si è aperta davanti al Tribunale per l’arbitrato del Coni presieduto dal professor Franco Modugno, docente di Diritto Costituzionale.

Un risultato che viene considerato interessante dai legali del Lecce e di Pierandrea Semeraro ieri rappresentati in aula dall’avvocato Saverio Sticchi Damiani che insieme agli avvocati Mattia Grassani e Andrea Sambati tutela gli interessi del club e dell’ex presidente.

Interessante perchè, quello che non è stato doverosamente fatto dai primi due gradi di giudizio, cioé ponderare gli elementi probatori senza l’assillo di dover chiudere il giudizio per le scadenze incombenti del campionato, lo farà finalmente il giudizio di terzo grado. Magra consolazione, perchè, anche qualora il Tnas decidesse che quella di Semeraro non possa configurarsi come responsabilità diretta, il Lecce non potrà essere riammesso in serie B perchè è impensabile che i campionati ricomincino daccapo. Ma una eventuale pronuncia di questo genere agevolerebbe non poco il compito della difesa sia in sede penale, dove Pierandrea Semeraro è inquisito per frode sportiva dalla Procura di Bari, ma soprattutto nell’ambito del contenzioso in atto con la Lega calcio per il paracadute di cinque milioni per le retrocesse dalla serie A alla serie B che al Lecce è stato negato per illecito sportivo e perchè, di fatto, non partecipa al campionato di serie B. Ma è chiaro che una eventuale pronuncia favorevole, sarebbe da apripista anche per questo contenzioso i cui termini per l’impugnazione del provvedimento della Lega Calcio scadranno il 24 ottobre.

Ma quali saranno i tempi del Tnas? Il collegio degli arbitri, dopo aver respinto alcune eccezioni preliminari della Figc e del Vicenza che chiedevano l’inammissibilità del ricorso del Lecce, ha chiesto alla parte ricorrente di poter usufruire del «termine lungo» per la pronuncia. E ciò, per via della estrema complessità della vicenda e della enorme mole di documenti da esaminare. Va detto che la procedura d’urgenza, in base alla quale la pronuncia sarebbe dovuta essere emessa entro il 23 ottobre, è un diritto della parte ricorrente che come tale, potrebbe opporsi al termine lungo. Nell’udienza di ieri, la difesa si è riservata di decidere, tuttavia l’orientamento sarebbe quello di concedere al Tnas questa proroga, anche perchè, qualora pure si adottasse la procedura d’urgenza, come detto sopra, non si potrebbe ridare al Lecce la serie B. Il termine lungo prevede 60 giorni, ma questo lasso di tempo comprende anche la stesura delle motivazioni. Ciò comporta che la decisione, di accoglimento o di rigetto del ricorso, potrà avvenire anche molto prima.

notiziarioArriva l’Entella, indisponibili Jeda, Giacomazzi, Petrachi e lo squalificato Esposito. Con ogni probabilità quest’ultimo sarà sostituito da Di Maio. Scalda i motori anche Chevanton che quasi certamente sarà in panchina pronto a subentrare a Foti che sarà la prima punta. Questa mattina l’allenamento di rifinitura allo stadio di via del mare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400