Cerca

Lecce, ai ferri corti Tesoro e Semeraro

di MASSIMO BARBANO
LECCE - È decisamente una vigilia di tensione quella fra Savino Tesoro e Giovanni Semeraro per una stipula, prevista per la prossima settimana, che si preannuncia in salita. Un segnale di questa frizione è stata, giovedì sera, la mancata concessione del sito ufficiale del club al direttore generale Antonio Tesoro per una nota ufficiale nella quale si puntualizzavano alcuni aspetti del contenzioso, per il momento, solo verbale. Ma i fattori che mettono la strada in salita sono parecchi. E ciò non solo perchè il definitivo passaggio delle quote societarie del Lecce calcio non può operarsi se prima non si chiuderanno i bilanci, previo ripiano delle esposizioni debitorie passate. Ma anche perchè in questi tempi tecnici che sono ristrettissimi, sono contenute alcune scadenze improrogabili
Lecce, ai ferri corti Tesoro e Semeraro
di Massimo Barbano

LECCE - È decisamente una vigilia di tensione quella fra Savino Tesoro e Giovanni Semeraro per una stipula, prevista per la prossima settimana, che si preannuncia in salita. Un segnale di questa frizione è stata, giovedì sera, la mancata concessione del sito ufficiale del club al direttore generale Antonio Tesoro per una nota ufficiale nella quale si puntualizzavano alcuni aspetti del contenzioso, per il momento, solo verbale.

Ma i fattori che mettono la strada in salita sono parecchi. E ciò non solo perchè il definitivo passaggio non può operarsi se prima non si chiuderanno i bilanci, previo ripiano delle esposizioni debitorie passate. Ma anche perchè in questi tempi tecnici che sono ristrettissimi, sono contenute alcune scadenze improrogabili. La più importante è quella del pagamento degli stipendi allo staff tecnico, un esborso che comprende le mensilità di luglio, agosto e settembre per una cifra che supera il milione di euro e che deve essere onorata entro il 15 ottobre, pena il deferimento e la probabile sanzione di punti di penalizzazione. Ebbene, chi pagherà questa cifra, la società ancora proprietaria del club, quindi il gruppo Semeraro, oppure la nuova gestione, quindi il gruppo Tesoro che da luglio gestisce i flussi correnti? In base al preliminare dovrebbe essere quest’ultimo, ma è inevitabile che la dilatazione dei tempi per la stipula potrebbero creare qualche problema anche in questo senso.

In ballo poi, ci sono poi i debiti da ripianare, che, in base al preliminare, in caso di Lega Pro, spettano al gruppo cedente e che, secondo qualche voce, potrebbero essere maggiori di quelli previsti inizialmente.

Altro capitolo la caparra di 500mila euro versata da Tesoro a Semeraro per l’acquisto del pacchetto azionario che, in caso di serie B, prevedeva un costo di un milione e mezzo. Sfumata la categoria cadetta, è certo che l’acquirente chiederà la restituzione della somma. Ma ci potrebbe essere di più. In gioco ci potrebbe essere anche il mancato paracadute per la retrocessione dalla serie A alla serie B per la quale esiste un contenzioso fra Semeraro e la Lega. Se, come pare, il contributo non verrà erogato per via dell’illecito sportivo, la parte acquirente potrebbe mettere nel calderone questa voce pretendondola dal venditore. Tutto ciò, potrebbe entrare nella trattativa e complicare notevolmente tempi e modalità della stipula. Lunedì, comunque, al ritorno di Savino Tesoro da un viaggio di lavoro all’estero, si saprà se l’incontro con Semeraro avrà appianato queste asperità oppure le avrà complicate. La sensazione, comunque, è quella che la vicenda non possa prendere strade diverse da quelle della definitiva cessione al gruppo Tesoro, giacchè è impensabile in questo momento una riassunzione di responsabilità da parte della vecchia proprietà, cosa che per altro, se mai si concretizzasse, darebbe vita ad un inimmaginabile contenzioso.

Insomma, si spera che questi accenni di tempesta si stemperino in cieli più tersi che accompagnino il Lecce verso la vittoria di un campionato che, per valori tecnici in campo, sembra abbondantemente alla portata dei giallorossi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400