Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 07:04

Il Bari beffa l'Atalanta al 93'

Nella 10ª giornata del campionato di serie B, i biancorossi di Carboni superano al San Nicola i bergamaschi, passati in vantaggio con Soncin. Pareggio di Sibilano, poi Gazzi regala ai tifosi una vittoria che mancava dal primo turno. Martedì recupero Torino-Bari • I risultati • La classifica e il prossimo turno
BARI-ATALANTA 2-1 (1-1)

• Bari (4-4-2): Gillet, Bellavista, Sibilano, Micolucci, Anaclerio M.(26' st Mora), La Vista (17' st Pagano), Gazzi, Carrus, Scaglia, Vantaggiato (32' st Maah), Santoruvo. (22 Spadavecchia, 26 Berardi, 3 Esposito, 5 Brioschi,). All.: Carboni.
• Atalanta (3-5-2): Calderoni, Rivalta, Loria, Capelli, Adriano (45' st Innocenti), Ariatti, Migliaccio, Marcolini, Bellini, Budan (32' st Lombardo), Soncin (25' st Lazzari). (18 Ivan, 78 D'Agostino, 34 Defendi, 28 Filippini). All.: Colantuono.
• Arbitro: Pantana di Macerata.
• Reti: nel pt al 17' Soncin, 28' Sibilano, nel st al 48' Gazzi.
• Angoli: 2-0 per il Bari.
• Recupero: 1'e 4'.
• Ammoniti: Capelli, Rivalta, Migliaccio, Loria per gioco falloso, Anaclerio M. per proteste.
• Spettatori: 5.277 (paganti 1.654, abbonati 3.623) per un incasso per la quota paganti di euro 18.180,00.


BARI - I "ragazzini" di Carboni hanno provato a fare uno scherzo alla quotata Atalanta e ci sono riusciti con una rete in pieno recupero: i "fedelissimi" del tecnico toscano Sibilano e Gazzi - con due gol frutto di azioni caparbie - hanno ribaltato l'esito di una gara nella quale gli orobici erano andati in vantaggio con il primo ed unico tiro scagliato verso la porta di Gillet nel primo tempo.
Il Bari, rinvigorito dai recuperi di Scaglia sulla sinistra e soprattutto del regista Carrus, ha ritrovato una identità e soprattutto un progetto di gioco non legato ad iniziative individuali; i lombardi, invece, privi di ben quattro pilastri come Bombardini, Ventola, Bernardini e Saudati, hanno confermato le difficoltà già registrate nelle precedenti trasferte (nelle quali avevano rimediato solo sconfitte).
L'avvio dei pugliesi è stato molto convincente: squadra corta, pressing alto, maggiore coesione tra i reparti; l'Atalanta è apparsa in affanno nel limitare le folate offensive di La Vista e Scaglia, ed in più l'aver tenuto Marcolini arretrato per frenare l'ex ascolano, ha impoverito la manovra offensiva degli ospiti, senza aggiungere maggior filtro. La rete del vantaggio dell'Atalanta al 17' segnata da Soncin, infatti, è stata il frutto dell'abilità della punta nello sfruttare un beffardo rimpallo e non il risultato di una azione corale d'attacco. La reazione del Bari non si è fatta attendere e dopo pochi minuto è arrivato il pareggio con una zampata in mischia di Sibilano. Ristabilito l'equilibrio, la squadra di Carboni si è scontrata contro il muro del centrocampo di Colantuono.
Nella ripresa la musica non è cambiata: i pugliesi hanno spinto soprattutto dalle fasce e l'Atalanta ha aspettato di colpire con le ripartenze di Soncin e Budan. Al 18' proprio quest'ultimo ha bruciato sullo scatto Sibilano e si è presentato solo in area, ma Gillet ha respinto con una prodezza.
Carboni, con cambi azzeccati ha registrato la squadra, inserendo Mora, Maah e Pagano per garantirsi maggior vigore atletico ed è stato premiato dal forcing finale dei suoi. In pieno recupero, accompagnati dai fischi dei tifosi della curva nord che chiedeva rinforzi, Santoruvo ha ben difeso un pallone in area e lo ha servito a Gazzi che con un destro angolato ha battuto Calderoni.

PROSSIMO TURNO
11ª GIORNATA - 22/10 - ORE 16

Catania - Bologna (21/10, ore 20,45)
Cesena - Triestina (21/10, ore 20,45)
Albinoleffe - Pescara
Arezzo - Catanzaro
Avellino - Rimini
Brescia - Bari
Cremonese - Mantova
Crotone - Atalanta
Modena - Verona
Torino - Piacenza
Vicenza - Ternana

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione