Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 17:37

Calcio - Italia a Lecce per sfatare un tabù

Già qualificata alla fase finale dei Mondiali, la squadra di Lippi ha un'opportunità più unica che rara, vista la modestia dell'avversaria, la Moldova. Finora gli azzurri mai hanno vinto al Via del Mare, in controtendenza rispetto alle altre partite giocate in Puglia (sei vittorie su sei)
LECCE - La Nazionale azzurra ha giocato in Puglia, prima della partita con la Moldova, dieci volte, vincendo in otto e perdendo in due occasioni. Le vittorie (6) a Bari contro Cecoslovacchia, Belgio, Grecia, URSS, Inghilterra, Ucraina; a Taranto contro l'Ungheria e a Foggia contro Cipro. A Lecce, due sconfitte contro Norvegia e Belgio. Italia-Moldavia, però, è una di quelle gare dal pronostico scontato.
Al Via del Mare (diretta Rai Uno dalle 20.30) gli azzurri chiudono il girone di qualificazione al Mondiale di Germania 2006, in cui l'Italia è già qualificata dopo aver vinto il raggruppamento. I modesti avversari sono già fuori da tempo, ma desiderosi di fare bella figura. Il Ct Marcello Lippi, tra infortuni e squalifiche, proverà il tridente d'attacco composto da Del Piero, Iaquinta e Vieri, davvero inedito. Tre giocatori che vogliono dimostrare di essere utili alla causa azzurra: il primo deve rispondere alle affermazioni del tecnico ("Non è tra i sicuri di andare al Mondiale") con una bella e convincente prova, il secondo, tornato a giocare nell'Udinese dopo le note vicende del contratto, non è ancora certo di far parte del gruppo che andrà in terra tedesca, così come l'attaccante del Milan, in difficoltà nelle ultime partite in maglia rossonera e voglioso come non mai di buttare il pallone in rete dopo una lunga astinenza.
Curiosità e motivazioni anche per gli altri azzurri in campo, da De Sanctis titolare dal primo minuto tra i pali, a Bonera e Materazzi centrali al posto di Cannavaro e Nesta, per arrivare a De Rossi, che sostituisce Pirlo e a Diana e Barone, utilizzati ben poco nel corso delle qualificazioni. A Lecce si prevede il tutto esaurito, arbitra il portoghese Benquerenta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione