Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 04:11

Basket - Taranto a Faenza nell'infrasettimanale

Tre partite nell'arco di sei giorni. La Pasta Ambra Taranto, dopo il convincente colpo messo a segno domenica al PalaTaliercio (76-68) contro Venezia, torna a giocare nel terzo turno della A1 femminile. Sabato è poi in programma l'anticipo contro Cavezzo al PalaMazzola (ore 21)
TARANTO - Tre partite nell'arco di sei giorni. La serie A/1 di basket femminile è cominciata da poco, ma i quintetti si sono già immersi nell'atmosfera campionato. E' il caso della Pasta Ambra Taranto che - dopo il convincente colpo messo a segno al PalaTaliercio (76-68) contro l'Umana Venezia - ritorna sul parquet con il Faenza, e sabato è protagonista dell'anticipo con la matricola Cavezzo al PalaMazzola (ore 21).
Quella di mercoledì è una trasferta, la seconda consecutiva quindi per le ragazze allenate da Nino Molino. Avversario di turno il Germano Zama Faenza, vice-campione d'Italia in carica e, attualmente, una delle tre squadre a punteggio pieno insieme a La Spezia e Viterbo. La squadra diretta da Giampiero Ticchi (ha raccolto l'eredità di Paolo Rossi) non ha fatto sostanziali cambiamenti proprio rispetto all'ultima grande stagione.
Il gruppo storico è composto dall'ala Ballardini (premiata a Taranto quale migliore giocatrice italiana nella stagione 2004/2005, in due gare già 55 punti), la play Adriana, la pivot Graziane e la guardia Franchini. Tra i volti nuovi l'ex rossoblu Casadio (scudettata al pari di Phillips, Franchetti e Tassara) e la Jokic (reduce dall'esperienza di La Spezia).
Sino a questo momento Faenza ha sconfitto nella "due giorni" del PalaMazzola, in scioltezza, il Banco di Sicilia Ribera (73-63) ed espugnato poi il PalaCiti di Parma (85-81) al termine di una partita intensa e ricca di emozioni.
Ballardini e compagne affrontano le crassine in occasione dell'esordio interno stagionale. C'è attesa per vedere all'opera la formazione di Ticchi che si ripresenta davanti ai suoi tifosi con le stesse motivazioni dell'anno scorso: un campionato di alta quota.
Non sarà semplice per la Pasta Ambra Taranto "bissare" l'impresa di Venezia: quella di Michelini è una compagine rivoluzionata nelle giocatrici e nell'atteggiamento; quella di Faenza, invece, conserva la stessa intelaiatura di qualche mese fa, e può fare affidamento su meccanismi tecnico-tattici già oliati. Il Cras Basket, nonostante la prova di carattere e di forza in laguna, è impegnato in un'operazione fondamentale: far integrare le nuove. Sicuramente la Swoopes ha già fatto vedere di che pasta è fatta; a Venezia ha preso per mano la squadra portando a casa ben 23 punti.
Sul fronte-roster Ticchi ha tutta la rosa a sua disposizione: Jokic, dopo aver saltato la "prima", si è rivista a Parma, ed è ormai recuperata dopo il recente infortunio.
Dall'altra parte coach Molino non ha ancora scelto l'esclusa di questa partita per il turn over. Purtroppo deve fare i conti con due dubbi: Swoopes e Pedrazzi. La prima ha una contrattura alla coscia, la seconda ha un problema alla schiena. Entrambe hanno saltato le sedute di ieri sera e stamani. «Deciderò solo domani - ha detto il tecnico siciliano della Pasta Ambra Taranto -. Porterò a Faenza tutte le undici atlete, e poi ufficializzerò le dieci. Il Faenza? E' una formazione di valore assoluto, composta da cestiste che lavorano insieme da tanto tempo, si conoscono e giocano a memoria. In pratica è lo stesso gruppo che l'anno scorso ha disputato le finali scudetto. Un gruppo che ha solo cambiato una straniera, la Jokic, che comunque si adatta bene alle caratteristiche della squadra; e che ha rafforzato la panchina con Casadio e Pastore. Una squadra difficile da affrontare, soprattutto alla luce della nostra situazione. Fare a meno di una giocatrice per noi importante come la Swoopes sarebbe un brutto colpo. Ci avviciniamo però alla partita con fiducia... Mi aspetto dal gruppo altri progressi rispetto alla partita vinta con il Venezia».
Palla al centro alle ore 20.30 al palasport intitolato a Dino Bubani.

Ecco le formazioni a confronto

GERMANO ZAMA FAENZA - 4) Adriana, 5) Franchini, 6) Pastore, 7) Forni, 8) Ballardini, 9) Casadio, 10) Jokic, 12) Cappuccio, 13) Lolli Ceroni, 14) Graziane (coach Ticchi);
PASTA AMBRA TARANTO - 4) Greco, 5) Boaria, 7) Swoopes, 8) Cattani, 9) Franchetti, 10) Costalunga, 11) Pedrazzi, 12) Bjelica, 14) Bonafede, 15) Phillips, 17) Tassara (coach Molino);
ARBITRI - Morante di Livorno e Battista di Firenze.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione