Cerca

Un turno di squalifica per De Simone del Manfredonia

Ammende per il Foggia (C1) e il Taranto (C2). Serie D: omologata Monopoli-Grottaglie 1-3. Serie A: inflitte due giornate di squalifica a Morfeo (Parma), una a Lucarelli (Livorno), Vergassola (Siena), Conti (Cagliari) e Firmani (Lazio). Serie B: gol con la mano, due turni a Gervasoni del Verona
Il giudice sportivo della Lega di Serie C, Giuseppe Quattrocchi, in merito alle partite della settima giornata del campionato di serie C1, ha squalificato per due giornate fermato Martinetti (Pistoiese) e per una De Martis (Sassari Torres), Martinelli (Grosseto), Ambrosi (Juve Stabia), Di Simone (Manfredonia), Lazzeri (Pisa). Tra le società ammende a Frosinone (5.000 euro), Napoli (3.250 euro), Juve Stabia, Salernitana (3.000 euro), Lucchese (750 euro), Foggia (500 euro), Pistoiese (400 euro).
In serie C2, per tre giornate è stato fermato Vidallè (Viterbo) e per una Amodeo (Igea Virtus). Tra gli allenatori, squalificato per una partita Di Napoli (Cavese). Tra le società ammende a Taranto, Viterbo (1.750 euro), Vittoria (1.000 euro).
In serie D, in merito al reclamo presentato dal Monopoli a margine dell'incontro Monopoli-Ars et Labor Grottaglie (Girone H) dello scorso 2 ottobre (4ª giornata di andata Campionato Serie D, risultato 1-3) ha dichiarato inammissibile il reclamo del Monopoli convalidando il risultato. Relativamente alle partite della 5ª giornata di andata del Campionato di Serie D dello scorso 9 ottobre, il giudice sportivo ha comminato alle società le seguenti ammende: S. Paolo Bari 800 euro. Ha inibito fino al 26/10/2005 i dirigenti: Giuseppe Rutigliano (Matera). Tra gli allenatori, ha squalificato fino 19/10/2005 Pasquale Dattoli (S. Paolo Bari), Francesco Mango (Savoia) e Roberto Sorrentino (Vigevano).
A carico di calciatori ha comminato le seguenti squalifiche: per tre gare Angelo Gaccione (Monopoli); per una gara Agostino Muratore (S. Paolo Bari), Gaetano Pugliese (S. Paolo Bari).

Il giudice sportivo della serie A ha inflitto due giornate di squalifica a Morfeo (Parma), mentre Lucarelli (Livorno) resterà fermo per un turno, con ammenda di 1.000 euro. Un turno di squalifica anche a Vergassola (Siena), Conti (Cagliari) e Firmani (Lazio).
I giocatori diffidati sono Contini (Parma), Coppola (Messina), Dellafiore (Treviso), Ficini (Empoli), Materazzi (Inter), Sammarco (Chievo, con ammenda di 1.500 euro). Ammonizione e ammenda di 1.500 euro per Palladino, di 1.000 euro per Ruotolo (Livorno) e Volpi (Sampdoria).
Queste le ammende per le società: 4.000 euro al Lecce, 3.000 euro al Livorno, 1.500 euro al Messina e 1.250 euro al Milan.
E' stato inibito fino al 28 ottobre 2006 il dirigente del Livorno Nelso Ricci.

In serie B, due giornate di squalifica sono state inflitte al giocatore Gervasoni (Verona) dopo l'esame della prova tv. Gervasoni aveva segnato un gol con il braccio sinistro nella partita Verona-Ternana e la rete era stata convalidata dall'arbitro che non si era accorto dell'infrazione, nonostante le proteste dei giocatori umbri.
Quella rete ha dato la vittoria al Verona per 1-0. Su segnalazione della Procura federale, il giudice sportivo ha esaminato le registrazioni televisive, accertando l'irregolarità del gol, non rilevata dall'arbitro, e la «condotta gravemente antisportiva» di Gervasoni. La cui infrazione è stata punita con due giornate di squalifica.
Ma per regolamento la vittoria del Verona resta. Il giudice sottolinea infatti che sussistono i presupposti per l'ammissibilità della prova televisiva, «ovviamente ai soli fini sanzionatori nei confronti del Gervasoni, senza alcuna incidenza quanto al risultato della gara, che rimane fissato sul risultato riportato nel referto arbitrale».
Oltre a Gervasoni, altri 9 giocatori di serie B sono stati squalificati dal giudice sportivo in riferimento alle gare dell'ultimo turno di campionato. Tutti per una giornata di gara, sono stati sospesi gli espulsi Del Nero (Brescia), Gonzalez (Vicenza), Pellegrini (Mantova) e Pianu (Triestina) e i non espulsi Ferrari (Crotone) Bocchetti (Piacenza), Garzon (Cremonese), Helguera (Vicenza) e Luisi (Pescara).
Ammende alle società: 15 mila euro con diffida al Verona per cori razzisti da parte dei tifosi (sanzione attenuata in considerazione dell'intervento della società); 1.500 euro al Catania, 1.000 al Bologna, 750 al Bari, 500 all'Avellino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400