Cerca

Motomondiale - Rossi rimanda l'appuntamento

Nel GP del Giappone, tampona un incolpevole Melandri (che riporta una profonda ferita), esce di scena e deve aspettare altri 7 giorni per confermarsi iridato nella MotoGP. Vince Capirossi su Ducati. Al secondo posto Biaggi su Honda. In 250 e 125 s'impongono, rispettivamente, Aoyama e Kallio
MOTEGI (GIAPPONE) - Valentino Rossi deve rinviare l'appuntamento con il suo sesto titolo mondiale consecutivo nella classe regina. Il dottore questa volta si è dovuto arrendere a causa di un suo errore, e questa è una novità assoluta. Rossi ha tamponato al 13^ giro un incolpevole Melandri. E purtroppo non ha creato soltanto un danno sportivo al connazionale della Honda che nell'incidente ha riportato una profonda ferita alla pianta del piede destro causata dalla pedana della moto. Melandri è stato portato al centro medico del circuito per un primo controllo. Data la profondità della lesione, è stato portato in elicottero al vicino ospedale di Dokkyo (a 50 km da Motegi) per ulteriori accertamenti. La ferita è stata nuovamente suturata dopo l'applicazione di un piccolo sistema di drenaggio interno. I controlli effettuati in ospedale hanno scartato fratture. Peccato per il reclamo della Honda che non perde tempo quando c'è da attaccare Valentino. Il ricorso è stato ovviamente respinto, ma è stato davvero un brutto gesto e non si può certo accusare Rossi di scorrettezze.
E' invece il giorno di Loris Capirossi e della Ducati. Una Desmosedici GP5 da sogno, con delle gomme Bridgestone veramente miracolose Splendida Ducati e grande Capirossi che festeggia nel migliore dei modi il rinnovo contrattuale. Secondo posto per un altro nostro pilota, ovvero Max Biaggi con la sua Honda ufficiale. Almeno il mondiale piloti resta ancora da assegnare per altri sette giorni. Terzo è finito Makoto Tamada, primo podio per il Japan Italy Racing di Luca Montiron.
Nella quarto di litro prima vittoria in carriera per Hiroshi Aoyama e per giunta in casa. Jorge Lorenzo ha letteralmente buttato a terra un Alex De Angelis formidabile, l'unico realmente in questa stagione capace a rispondere agli attacchi di Daniel Pedrosa, oggi secondo. Lorenzo non prenderà parte al prossimo Gp In Malesia, in programma domenica prossima. La Direzione Corse ha infatti giudicato irresponsabile la sua condotta, tale da mettere in pericolo gli altri piloti. Il leader Pedrosa ha chiuso al secondo posto davanti a Casey Stoner e avvicinandosi sempre più al secondo titolo iridato della 250, il terzo nel Motomondiale.
Nelle 125 terza vittoria stagionale per Mika Kallio in sella alla KTM RR125 ufficiale al termine di una gara falcidiata da brutti incidenti e clamorose scivolate. Come quella di Marco Simoncelli, di Gabor Talmacsi, di Julian Simon, ma soprattutto il tremendo crash che ha visto protagonista a cinque giri dal termine Thomas Luthi. Il leader del campionato (164 punti, 3 di vantaggio su Kallio, si imbarca nella curva che immette sul traguardo, lui e la moto restano al centro, tutti evitano qualunque contatto, tutti tranne Sergio Gadea, che prima monta sopra alla caviglia sinistra dello svizzero e poi si catapulta incolpevolmente sulla Honda RS125 numero 12. Luthi non salirà sul podio, viene subito portato in Clinica Mobile. Lo svizzero del team Elit, sarà costretto a saltare il prossimo appuntamento di Sepang in Malesia, a causa della Lussazione alla spalla (ridotta in Clinica Mobile) e alla caviglia sinistra. Un colpo che gli può costare il titolo.

- Ordine d'arrivo del gran premio del Giappone, classe MotoGp

1. Loris Capirossi (Ita/Ducati) 43:30.499
2. Max Biaggi (Ita/Honda) 43:31.978
3. Makoto Tamada (Gia/Honda) 43:46.726
4. Carlos Checa (Spa/Ducati) 43:52.647
5. John Hopkins (Usa/Suzuki) 44:03.711
6. Colin Edwards (Usa/Yamaha) 44:05.414
7. Nicky Hayden (Usa/Honda) 44:16.393
8. Kenny Roberts Jr. (Usa/Suzuki) 44:26.997
9. Toni Elias (Spa/Yamaha) 44:42.536
10. Ruben Xaus (Spa/Yamaha) 45:05.426

- Classifica Mondiale MotoGp

1. Valentino Rossi (Ita) 261 punti
2. Max Biaggi (Ita) 149
3. Colin Edwards (Usa) 133
4. Marco Melandri (Ita) 129
5. Nicky Hayden (Usa) 121
6. Loris Capirossi (Ita) 117
7. Sete Gibernau (Spa) 115
8. Alex Barros (Bra) 114
9. Carlos Checa (Spa) 72
10. Shinya Nakano (Gia) 69.

- Ordine d'arrivo del Gp del Giappone di motociclismo, classe 250 cc..

1. Hiroshi Aoyama (Gia/Honda) 43:52.454
2. Daniel Pedrosa (Spa/Honda) 43:57.767
3. Casey Stoner (Aus/Aprilia) 44:00.235
4. Yuki Takahashi (Gia/Honda) 44:02.676
5. Randy de Puniet (Fra/Aprilia) 44:03.217
6. Andrea Dovizioso (Ita/Honda) 44:03.508
7. Alex De Angelis (Rsm/Aprilia) 44:11.653
8. Hector Barbera (Spa/Honda) 44:17.119
9. Alex Debon (Spa/Honda) 44:30.137
10. Sylvain Guintoli (Fra/Aprilia) 44:30.576
11. Simone Corsi (Ita/Aprilia) 44:30.648
12. Steve Jenkner (Ger/Aprilia) 44:45.665
13. Mirko Giansanti (Ita/Aprilia) 44:48.818
14. Alex Baldolini (Ita/Aprilia) 45:01.094
15. Radomil Rous (Cec/Honda) 45:01.659

- Classifica Mondiale 250 cc.

1. Daniel Pedrosa (Spa) 226 punti
2. Casey Stoner (Aus) 163
3. Andrea Dovizioso (Ita) 144
4. Hiroshi Aoyama (Gia) 123
5. Alex De Angelis (Rsm) 109
6. Randy de Puniet (Fra) 108
7. Sebastian Porto (Arg) 105
8. Jorge Lorenzo (Spa) 98
9. Hector Barbera (Spa) 67
10. Simone Corsi (Ita) 59.

- Ordine d'arrivo del Gran Premio del Giappone di motociclismo, classe 125 cc.

1. Mika Kallio (Fin/Ktm) 30:10.854
2. Thomas Luethi (Svi/Honda) 30:10.965
3. Hector Faubel (Spa/Aprilia) 30:12.371
4. Tomoyoshi Koyama (Gia/Honda) 30:13.203
5. Mattia Pasini (Ita/Aprilia) 30:13.260
6. Manuel Poggiali (Smr/Gilera) 30:13.473
7. Sergio Gadea (Spa/Aprilia) 30:13.615
8. Pablo Nieto (Spa/Derbi) 30:13.815
9. Alvaro Bautista (Spa/Honda) 30:14.574
10. Fabrizio Lai (Ita/Honda) 30:20.790
11. Mike Di Meglio (Fra/Honda) 30:25.400
12. Aleix Espargaro (Spa/Honda) 30:25.547
13. Andrea Iannone (Ita/Aprilia) 30:26.553
14. Toshihisa Kuzuhara (Gia/Honda) 30:31.687
15. Enrique Jerez (Spa/Derbi) 30:33.416

- Classifica mondiale classe 125 cc.

1. Thomas Luethi (Svi) 164 punti
2. Mika Kallio (Fin) 161
3. Gabor Talmacsi (Ung) 120
4. Marco Simoncelli (Ita) 117
5. Mattia Pasini (Ita) 111
6. Fabrizio Lai (Ita) 104
7. Julian Simon (Spa) 97
8. Manuel Poggiali (Smr) 82
9. Hector Faubel (Spa) 66
10. Tomoyoshi Koyama (Gia) 65.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400