Cerca

Olimpiadi 2012, nel triplo Galatone sognava il bronzo Greco arriva 4°: crescerò

di ANTONIO CALÒ 
GALATONE - Un lungo, calorosissimo applauso, ha salutato il quarto posto centrato da Daniele Greco alle Olimpiadi di Londra. Gli oltre quattrocento galatonesi che hanno assiepato piazza Costadura ed hanno assistito dinanzi al maxi schermo voluto dall’amministrazione comunale alla prova dell’atleta delle fiamme oro, hanno testimoniato così l’ammirazione per Daniele e la gioia per averlo visto gareggiare alla pari con imigliori atleti al mondo del salto triplo. Daniele ha tutto il tempo per crescere e i tecnici federali sono convinti che il futuro del triplo in Italia sia proprio lui, l’erede di Fabrizio Donato suo grande rivale e amico. «All’inizio ci sono rimasto male. Ma il quarto posto mi farà crescere»
Olimpiadi 2012, nel triplo Galatone sognava il bronzo Greco arriva 4°: crescerò
di ANTONIO CALÒ 

GALATONE - Un lungo, calorosissimo applauso, ha salutato il quarto posto centrato da Daniele Greco alle Olimpiadi di Londra. Gli oltre quattrocento galatonesi che hanno assiepato piazza Costadura ed hanno assistito dinanzi al maxi schermo voluto dall’amministrazione comunale alla prova dell’atleta delle fiamme oro, hanno testimoniato così l’ammirazione per Daniele e la gioia per averlo visto gareggiare alla pari con imigliori atleti al mondo del salto triplo. 

La notizia del 17,34 ottenuto al secondo salto è arrivata in piazza via tablet e smatphone, perché Rai2 non stava dando ancora la diretta dell’evento. «E’ terzo» - ha esultato qualcuno e subito si è levato un applauso. Il pubblico ha fischiato i salti dei rivali di Daniele, applaudendo solo Donato, l’altro italiano. Il balzo a 17,81 spiccato da Taylor ha ammutolito la piazza, che ha immediatamente compreso che per Greco la corsa al podio sarebbe stata complicata. Al quarto tentativo il triplista delle fiamme oro ha accusato quei crampi che lo hanno tormentato negli ultimi tempi e si è levato un brusio preoccupato. La rinuncia al quinto salto è stata sottolineata da un pizzico di delusione, in quanto ha sancito che Daniele oramai non era al top. Quando Greco si è presentato in pedana per l’ultimo balzo l’urlo della piazza è salito verso il cielo, come a spingerlo verso l’appuntamento con la storia. La grande misura non è arrivata, ma i galatonesi hanno abbracciato idealmente il “loro” ragazzo con un grande applauso, replicato all’indirizzo di Donato, che ha conquistato il bronzo. 

Dai microfoni di Sky, Daniele ha ringraziato la sua Galatone per l’affetto dimostratogli nell’avventura olimpica ed ha corretto il cronista che ha sbagliato a pronunciare il nome della sua città. «Appena terminata la prova ero un po’ deluso per essere rimasto ai piedi del podio – ha poi affermato – ma ho capito che questo quarto posto alle olimpiadi sarà uno stimolo in più per inseguire risultati di rilievo. Mi complimento con Fabrizio Donato, mio grande amico». 

Antonio Gabellone ed Ugo Lisi hanno rivolto il proprio applauso a Daniele. «Grazie per le emozioni che ci hai fatto vivere – ha detto il presidente della Provincia – sei il migliore quarto triplista al mondo e sei giovane, quindi il futuro è tuo». «Il podio è rimasto a pochi centimetri – ha sottolineato il deputato del Pdl – ma ci hai regalato grandi emozioni, ricambiando l’affetto di tutto il territorio». L’ottima prova di Greco è stata rimarcata anche da Ludovico Malorgio, presidente del Panathlon che sei anni fa lo aveva premiato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400