Cerca

Motomondiale - GP del Giappone: Capirossi in pole

MotoGP: primo acuto della stagione del pilota della Ducati, che ha stabilito il record della pista nipponica. Terza fila per il campione del mondo Rossi, a un passo dal bis. La gara in diretta su Italia 1 domenica 18 alle 7,00. Su Eurosport classi 125 e 250 a partire dalle 4,00
Loris CapirossiMOTEGI (Giappone) - Prima pole position della stagione per Loris Capirossi nelle qualifiche in vista del Gran Premio del Giappone di Motociclismo riservato alle motoGp, dodicesimo appuntamento del Mondiale 2005. Con uno straordinario ultimo giro, a meno di tre minuti dallo scadere del termine utile, l'alfiere della Ducati non soltanto ha ottenuto il miglior tempo in 1'46363, ma ha pure stabilito il nuovo record della pista nipponica strappandolo al beniamino di casa Makodo Tamada, che lo aveva conquistato un anno fa con 1'46673. Per Capirossi si tratta della conferma di aver trovato la migliore messa a punto della propria Desmosedici, che gli aveva permesso di essere protagonista già nelle prove libere anteriori a quelle ufficiali, secondo soltanto allo stesso Tamada: questi su Honda aveva girato in 1'47428, il centauro italiano in 1'47461.
La prima fila dello schieramento di partenza sarà completata dallo statunitense John Hopkins su Suzuki, dal redivivo Marco Melandri su Honda a 1'46867, e ancora da Tamada. Quinto posto in griglia a 1'47089 per la Honda di Max Biaggi, mentre ha confermato di trovarsi in difficoltà sul circuito di Motegi il pluri-campione iridato Valentino Rossi: con la sua Yamaha non è andato oltre 1'47563, undicesimo tempo assoluto che gli è valso solo la terza fila. Per il pesarese, cui domani basterebbe arrivare secondo per conquistare un nuovo titolo mondiale con cinque gare di anticipo, si tratta del peggiore piazzamento nelle qualifiche quest'anno, dopo aver complessivamente già collezionato cinque pole e nove successi.

ROSSI, «DOVRO' TIRARE FUORI IL CONIGLIO...»
«Dovrò tirare fuori il coniglio dal cilindro». Valentino Rossi parla così, ai microfoni di Italia 1, della sua qualifica di oggi sul circuito di Motegi: il pilota della Yamaha domani partirà in 11/a posizione. «Pensavo di fare un buon tempo -continua- questa mattina ero terzo e la moto andava bene. Negli ultimo 10' di questa mattina, però, abbiamo imboccato una strada sbagliata e che abbiamo continuato a prendere oggi pomeriggio. E' stato un turno cattivo, uno dei peggiori. Non sono mai riuscito ad andare forte».
«Con la gomma da tempo - spiega Rossi - ho fatto un giro abbastanza buono, con quella da gara stavo sempre dietro. La Michelin ha fatto un bel lavoro, adesso è un problema nostro più che di gomme». In testa, davanti a tutti, c'è Loris Capirossi con una Ducati che è andata fortissima. «Capirossi gira sia con gomma da gara che da qualifica con un ritmo che per altri è da sogno. Abbiamo sbagliato e abbiamo perso il turno, domani mattina torneremo con il setting di questa mattina. Se ce la faccio a recuperare? Capirossi c'è ma bisogna vedere se ci sarò io, ma sarà difficile».

CAPIROSSI, LA POLE «E' IL FRUTTO DI UN DURO LAVORO. LA GARA? SARA' UN'ALTRA COSA...»
La prima pole del 2005 è arrivata oggi a Motegi, a pochi giorni dall'annuncio del suo prolungamento di contratto con la Ducati: un segno del destino, o meglio, solo la conferma del buon momento di Loris Capirossi, secondo a Brno due settimane fa. «Sono felicissimo per questa pole perchè è il frutto di un duro lavoro», ha detto Capirossi che domani, al via del Gran Premio del Giappone di MotoGp, scatterà davanti a tutti. «Tra ieri e stamattina, durante le libere, abbiamo messo assieme molti giri consecutivi e la moto si è comportata molto bene. Le gomme, poi, lavorano molto bene: la Bridgestone ha fatto davvero un gran lavoro per il Gp di casa». Capirossi è fiducioso anche in ottica-gara: «Anche se domani è un altro giorno... e la gara è sempre diversa dalle qualifiche. Ma io sono pronto a dare il massimo».

Queste le griglie di partenza del GP del Giappone, dodicesima prova del motomondiale

MotoGP

1. Loris Capirossi (Ita), Ducati, 1'46363
2. John Hopkins (Usa), Suzuki, 1'46861
3. Marco Melandri (Ita), Honda, 1'46867
4. Makoto Tamada (Gia), Honda, 1'47043
5. Max Biaggi (Ita), Honda, 1'47089
6. Nicky Haiden Usa), Honda, 1'47166
7. Sete Gibernau (Spa), Honda, 1'47168
8. Kenny Roberts (Usa), Suzuki, 1'47257
9. Carlos Checa (Spa), Ducati, 1'47323
10. Alex Barros (Bra), Honda, 11'47594
11. Valentino Rossi (Ita), Yamaha, 1'47563
12. Alex Hoffman (Ger), Kawasaki, 1'47594
13. Colin Edwards (Usa), Yamaha, 1'47678
14. Shinya Nakano (Gia), Kawasaki, 1'47787
15. Tohru Ukawa (Gia), Honda, 1'48194
16. Roberto Rolfo (Ita), Ducati, 1'48733
17. Toni Elias (Spa), Yamaha, 1'48861
18. Naoki Matsudo (Gia), Moriwaki, 1'49734
19. Ruben Xaus (Spa), Yamaha, 1'49969
20. Franco Battaini (Ita), Blata, 1'51902
21. James Ellison (Gbr), Blata, 1'51972

Classe 250 cc

1. Hiroshi Aoyama (Gia), Honda, 1'51843
2. Jorge Lorenzo (Spa), Honda, 1'51859
3. Shuhei Aoyama (Gia), Honda, 1'52374
4. Alex De Angelis (Ita), Aprilia, 1'52408
5. Andrea Dovizioso (Ita), Honda, 1'52603
6. Yuki Takahashi (Gia), Honda, 1'52634
7. Daniel Pedrosa (Spa), Honda, 1'52662
8. Randy De Puniet (Fra), Aprilia, 1'52890
9. Casey Stoner (Aus), Aprilia, 1'52923
10. Sebastian Porto (Arg), Aprilia, 1'52966

Classe 125 cc

1. Gabor Talmacsi (Ung), Ktm, 1'58653
2. Tomoyoshi Koyama (Gia), Honda, 1'58920
3. Mattia Pasini (Ita), Aprilia, 1'58'970
4. Marco Simoncelli (Ita), Aprilia, 1'59038
5. Mika Kallio (Fin), Ktm, 1'59137
6. Hector Faubel (Spa), Aprilia, 1'59143
7. Thomas Luthi (Svi), Honda, 1'59363
8. Manuel Poggiali (Rsm), Gilera, 1'59460
9. Alvaro Bautista (Spa), Honda, 1'59'539
10. Sergio Gadea (Spa), Aprilia, 1'59596
14. Fabrizio Lai (Ita), Honda, 1'59'982

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400