Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 13:48

Calcio - Lecce, missione quasi impossibile

I salentini si apprestano ad affrontare l'Inter nell'anticipo di sabato sera (ore 20,30) per la 14ª volta nella storia (solo una vittoria) ancora sotto l'effetto psicologico del disimpegno della famiglia Semeraro e delle dimissioni in blocco del consiglio di amministrazione. Vucinic dall'inizio
BARI - Il Lecce si appresta ad affrontare l'Inter nell'anticipo di sabato sera ancora sotto l'effetto psicologico delle dimissioni in blocco del consiglio di amministrazione e quindi del disimpegno della famiglia Semeraro, maggiore azionista della società. Già prima che il presidente, Rico Semeraro, annunciasse le dimissioni, il tecnico Gregucci aveva deciso di portare i suoi uomini in ritiro a Milano.
La squadra che probabilmente si opporrà all'Inter ricalcherà quella presentata contro l'Ascoli con la sola variante di Vucinic dall'inizio al centro dell'attacco. Il bomber montenegrino sembra aver superato i problemi muscolari accusati la scorsa settimana e assieme a Konan avrà il compito di contrattaccare contro un'Inter che cercherà di riscattarsi dopo il flop di Palermo. L'unico dubbio di formazione per i giallorossi riguarda la difesa dove domenica scorsa ha giocato Angelo che potrebbe essere rilevato da Polenghi e supportato a garantire una fase prettamente difensiva al contrario del brasiliano che privilegia gli inserimenti in attacco.
Per quanto riguarda la crisi apertasi al vertice della società non sono state registrate ulteriori novità: entro sabato il sindaco, Adriana Poli Bortone, incontrerà il patron del Lecce, Giovanni Semeraro in un tentativo di invitarlo a recedere dalle dimissioni. Dalla Moldavia, anche l'arcivescovo di Lecce, mons.Cosmo Francesco Ruppi, ha manifestato solidarietà ai Semeraro riservandosi di incontrarli appena rientrerà in Puglia. Ma l'impressione è che il patron non intende cambiare parere e quindi si tratta di vedere quali saranno gli sviluppi per la vendita del pacchetto azionario. Il commercialista dott. Filippo, incaricato di trattare la vendita, sta predisponendo una stima patrimoniale per poi concordare con la famiglia Semeraro il prezzo base da richiedere in una trattativa.
In questo clima di incertezza e di attesa il Lecce si appresta sabato sera ad affrontare una partita dalla quale è chiuso dal pronostico. Ma Gregucci avverte e ricorda che nel calcio non vi sono partite facili né partite impossibili.
Anche se nei 13 precedenti ufficiali a Milano, il Lecce è uscito vittorioso una sola volta: 1-0 nella serie A 2000/01. Da quando giocano in Italia, tre giocatori dell'Inter hanno nel Lecce il loro bersaglio preferito. Recoba, autore di 77 marcature, ha firmato 6 reti alla formazione pugliese, come anche a Bologna e Roma; Cordoba, che ha segnato 8 gol in gare ufficiali, ne ha realizzati 3 ai giallorossi salentini; infine Cruz, a segno in Italia 53 volte, ha rifilato 4 gol ai pugliesi, come anche alla Juventus ed al Parma.
L'Inter non subisce gol in gare casalinghe di campionato da 453 minuti. L'ultima rete subita porta la firma di Cordoba, autorete, all' 87' di Inter-Fiorentina 3-2, lo scorso 20 marzo. Da allora si contano i restanti 3 minuti di quel match e le intere gare contro Cagliari, Siena, Livorno e Reggina (serie A 2004/05) e Treviso (serie A 2005/06).
Due pareggi ed otto sconfitte è il recente score in gare esterne ufficiali del Lecce che non vince lontano da casa dal 30 gennaio scorso, 1-0 sul campo del Brescia. In queste 10 gare senza vittorie, peraltro, i giallorossi hanno sempre subito gol per un totale di 24 reti incassate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione