Cerca

Calcioscommesse Ranocchia nei guai per Salernitana-Bari

di GIOVANNI LONGO
BARI - E pensare che in quella partita prima colpì la traversa, poi, sul rimbalzo, accorciò le distanze. L’ultima rete di Salernitana-Bari del 23 maggio 2009 (3-2) portò la firma di Andrea Ranocchia. Proprio per quella gara l’ex difensore biancorosso, oggi in forza all’Inter, dovrà difendersi dalle accuse lanciate da un suo ex compagno di squadra.  L’appuntamento con i Carabinieri del nucleo investigativo e i pm baresi che indagano sul calcioscommesse è fissato per venerdì. Il giovane difensore in passato nel giro della Nazionale non è partito con i nerazzurri. La prima squadra italiana che «aprirà» una manifestazione ufficiale nella stagione agonistica appena iniziata affrontando stasera i croati dell’Hajduk Spalato per il turno preliminare di Europa League
Disciplinare rigetta patteggiamento Conte
Calcioscommesse Ranocchia nei guai per Salernitana-Bari
di Giovanni Longo 

BARI - E pensare che in quella partita prima colpì la traversa, poi, sul rimbalzo, accorciò le distanze. L’ultima rete di Salernitana-Bari del 23 maggio 2009 (3-2) portò la firma di Andrea Ranocchia. Proprio per quella gara l’ex difensore biancorosso, oggi in forza all’Inter, dovrà difendersi dalle accuse lanciate da un suo ex compagno di squadra.

L’appuntamento con i Carabinieri del nucleo investigativo e i pm baresi che indagano sul calcioscommesse è fissato per venerdì. Il giovane difensore in passato nel giro della Nazionale non è partito con i nerazzurri. La prima squadra italiana che «aprirà» una manifestazione ufficiale nella stagione agonistica appena iniziata affrontando stasera i croati dell’Hajduk Spalato per il turno preliminare di Europa League, dovrà fare a meno di Ranocchia, ufficialmente non partito «per motivazioni personali».

A tirarlo in ballo, a quanto pare, il «solito» Andrea Masiello. In quegli «omissis» che riempiono il verbale d’Interrogatorio reso nelle scorse settimane davanti alla Procura federale, l’ex biancorosso avrebbe parlato anche di Ranocchia in relazione, almeno a una delle ultime gare della stagione 2008/2009, quella della promozione in serie A della formazione all’epoca guidata da Antonio Conte.

A quanto pare il fax inviato agli «007» della giustizia sportiva con il quale Vittorio Micolucci, il primo «pentito» della storia infinita del calcioscommesse, ha acceso l’attenzione anche su Salernitana-Bari, si innesta su un terreno già fertile. Di quella gara (e magari anche di Piacenza-Bari giocata nella stessa stagione finita 2-2?) ne ha parlato anche Masiello e, chissà, lo stesso Ranocchia, a sua volta convocato nell’ambito dello stesso processo sportivo.

Per quella partita con il Bari già promosso e la Salernitana bisognosa di punti salvezza, Ranocchia non sarebbe l’unica persona cui chiedere chiarimenti. Con lui è stato convocato anche l’«infermiere» Angelo Iacovelli, indagato nell’ambito della stessa indagine. Il Procuratore della Repubblica Antonio Laudati e il sostituto Ciro Angelillis vogliono sapere anche dall’ex «factotum» di alcuni giocatori biancorossi se è a conoscenza di particolari ritenuti interessanti da un punto di vista investigativo. Stando ad alcune voci, in relazione a quella gara sarebbero coinvolte anche altri due ex biancorossi.

A questo proposito c’è una coincidenza che certamente non ha alcun significato, ma che fa riflettere. Sia in Salernitana-Bari, sia in Piacenza-Bari, a difendere la porta dei biancorossi ci pensava Nicola Santoni che, nella veste di allenatore dei portieri del Ravenna, è indagato, nell’ambito dell’indagine di Cremona sul calcioscommesse.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400