Cerca

Giovedì 19 Ottobre 2017 | 00:14

Anaclerio sponsorizza il Bari d'attacco

Il biancorosso a Crotone non ci sarà per infortunio, ma ritiene che una disposizione audace farebbe bene: «Giocando con tre attaccanti o con due punte e due esterni offensivi possiamo far male». Fermo Goretti, Carrus e i rientranti (dalla Under 21) Pagano e Berardi hanno lavorato a parte
BARI - E' duro iniziare la stagione, giocare la prima partita ed essere costretto ad una forzata fermata ai box per un infortunio muscolare. Luigi Anaclerio, attaccante fatto in casa del Bari, non se ne fa una malattia, concentrandosi già per i prossimi appuntamenti. «A Crotone non ci sarò, ho un piccolo problema all'inguine e voglio recuperare senza forzature - attacca la punta - mi dispiace saltare la nostra seconda partita perché quest'anno c'è un clima diverso, più favorevole alla squadra».
Gigi, alla vigilia della prima di campionato, durante la presentazione dei giocatori alla stampa, non stava nella pelle per il calore dei tifosi: Carboni lo ricoprì di elogi ed i tifosi di cori di incoraggiamento. «Abbiamo la fiducia del pubblico ed io ho anche la considerazione del tecnico. Quest'anno per me è fondamentale - spiega - in estate abbiamo provato la formula con tre punte e abbiamo avuto un riscontro positivo. Potremmo ripetere l'esperimento. Il Bari ha numeri per giocare alla pari con tutti. Giocando con tre attaccanti o con due punte e due esterni offensivi possiamo far male alle difese avversarie».
Ora c'è la trasferta di Crotone: anche un pareggio potrebbe andare bene ai pugliesi. «L'importante - conclude l'attaccante - è giocare con consapevolezza delle nostre forze. I calabresi sono molto più forti dell'anno passato, ma non temiamo nessuno. In questa B, solo Catania e Atalanta, che hanno speso più di tutti sul mercato, sono favorite. Dopo ci sono tante altre squadre. Ed anche il Bari, che può recitare una stagione da protagonista».
Nel Bari fermo anche Goretti. Carrus e i rientranti Pagano e Berardi hanno lavorato a parte. All'allenamento di ieri ha assistito un personaggio notissimo nella Premier League inglese, il presidente onorario del Manchester City, Thomas Tudor.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione