Cerca

Pallavolo - Italia, semifinale europea in vista

La Nazionale maschile supera anche la Polonia ed è virtualmente qualificata. Le prossime due gare, mercoledì contro la Croazia e, soprattutto, giovedì contro la Russia, decideranno la prima del girone. Intanto, il ct delle azzurre sceglie Cella tra le 12 per gli Europei (17-25 settembre)
POLONIA-ITALIA 0-3 (24-26 22-25 19-25)

Polonia: Plinski 4, Murek 9, Wlazly 14, Zygadlo 2, Swiderski 8, Golas. Libero: Gacek. Winiarski 3, Gruszka 1, Grzyb 5, Szymanski ne, Woicki ne. All.: Lozano Italia: Mastrangelo 8, Vermiglio 1, Cisolla 20, Tencati 7, Fei 10, Cernic 8. Libero: Corsano. Lasko ne, Savani ne, Sintini ne, Paparoni ne, Cozzi ne. All.: Montali Arbitri: Hobor (Ung) e Loderus (Ola).
Note - Durata set: 23 24 22 totale 1h 09 . Polonia: battute vincenti 6, sbagliate 9, muri 4, errori 5. Italia: battute vincenti 4, sbagliate 10, muri 9, errori 6. Spettatori: 9200.

ROMA- Montali serve il tris all'ex allievo di Velasco. Gli azzurri del coach Gian Paolo Montali trovano la terza vittoria consecutiva con il punteggio di 3-0 ai campionati europei, battendo la Polonia guidata dal tecnico argentino Raul Lozano, passato per la scuola tecnica di Julio Velasco. La sfida era più impegnativa rispetto agli incontri con Portogallo e Ucraina, ma l'Italia ha dimostrato di essere concreta, guidata dalla prova maiuscola in attacco di Cisolla e in difesa di Corsano.
Il primo set è segnato da un forte equilibrio, Cisolla forza qualche servizio ma trascina i compagni. I polacchi tengono il ritmo con gli attacchi di Swiderski, schiacciatore a Perugia. Cernic risponde colpo su colpo e l'errore di Wlasly regala il set all'Italia. Al cambio di campo la fisionomia della partita è la stessa con le due squadre a rispondere ai reciproci attacchi fino al mini break azzurro sul 21-18 che Fei e Tencati mantengono chiudendo il set sul 25-22.
La Polonia prova a non perdersi. Fatali agli uomini di Lozano, però, sono i time out tecnici. Al ritorno sul parquet subiscono il servizio azzurro che sistematicamente li punisce. Cisolla è su tutti, il vantaggio tiene e l'Italia si porta a casa un match che poteva riservare qualche insidia. «Credo che la Polonia sia la rivelazione del torneo spiega il coach azzurro Montali -. Prima o poi tutte le nazionali faranno i conti con questa squadra. Ha vinto il gruppo, siamo stati bravi a non perdere mai la testa. Sono venute fuori delle individualità come Cisolla che oggi è stato eccezionale. Temo un po' il giorno di riposo, per noi la Croazia è un partita decisiva per darci la qualificazione».
Amareggiato il tecnico polacco Lozano: «Abbiamo fatto una buona gara, ma l'Italia ha solamente meriti. Ci hanno punito con il servizio subito dopo ogni time out». «Con la Polonia non è stato facile spiega il centrale azzurro Luigi Mastrangelo -. Non erano certamente Ucraina e Portogallo». «Oggi mi è riuscito tutto conclude Alberto Cisolla -. Dobbiamo dimenticarci subito la prestazione di oggi. Sono fiducioso nelle nostre possibilità, ma pensiamo a ripartire da zero perché la testa del girone è il nostro obiettivo».
Martedìi giorno di riposo per il girone di Roma. La ripresa è prevista mercoledì con gli incontri: Ucraina-Polonia, Portogallo-Russia e Italia-Croazia.

Intanto, anticipando di qualche giorno la sua decisione, il ct della nazionale femminile azzurra, Marco Bonitta, ha comunicato questa mattina i nominativi delle dodici atlete che prenderanno parte dal 17 al 25 settembre 2005 ai Campionati Europei in Croazia. Entra nella lista Cella, esce Fiorin. Ecco l'elenco completo. Alzatrici: Lo Bianco e Luraschi. Opposti: Centoni e Togut. Centrali: Anzanello, Barazza e Gioli. Schiacciatrici: Cella, Del Core, Ortolani e Rinieri. Libero: Cardullo. Le azzurre concluderanno il loro collegiale sabato 10 settembre, poi si ritroveranno lunedì 12 a Gorizia, da dove partiranno il 15 alla volta di Pola, sede del girone preliminare europeo. «In questi giorni mi sono chiarito le idee su come rendere questo gruppo il più equilibrato, tatticamente, possibile - ha spiegato Bonitta - Valentina Fiorin ha tutta la mia stima, lei ha fatto e farà cose molto importanti per questa nazionale. Scegliendo Cella premio la sua costanza e la sua regolarità. In questi mesi in azzurro ha fatto un grosso salto di qualità confermando di essere un giocatore molto duttile che consente al tecnico di avere molte soluzioni, utilissimo soprattutto in seconda linea. Confesso che sono distrutto, perché è stata una decisione molto difficile e sofferta, che mi ha fatto male prendere. Ci ho pensato più volte, ci ho ragionato a lungo - conclude Bonitta - ma alla fine arrivavo sempre alla stessa soluzione. Oggi ho dovuto fare il punto della situazione».

Questi i risultati del Gruppo 1 degli Europei di volley maschile in corso di svolgimento a Roma

Ucraina - Portogallo 2-3 (20-25, 25-20, 25-20, 21-25, 13-15)
ITALIA - Polonia 3-0 (26-24, 25-22, 25-19)
Croazia - Russia 2-3 (25-21, 18-25, 20-25, 25-21, 11-15)

Classifica: ITALIA, Russia 6 punti; Croazia, Polonia e Portogallo 2; Ucraina 0.

Prossimo turno (7 settembre)

Ucraina - Polonia (15.30)
Portogallo - Russia (18.00)
ITALIA - Croazia (20.30)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400