Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 17:56

Basket - Cattani: «Sono tenace, non mollo mai»

Alla scoperta dei volti che nella prossima stagione saranno protagonisti nella serie A1 con la maglia della Pasta Ambra Taranto. La guardia: « Nell'ultimo periodo ho giocato in serie A2. Avevo voglia di ritornare nel massimo campionato e di rimettermi di nuovo in discussione»
Marta Cattani, guardia, classe '73, 175cm, provenienza Vicenza. Cosa ti ha spinto ad accettare come destinazione Taranto?
Nell'ultimo periodo ho giocato in serie A/2. Avevo voglia di ritornare nel massimo campionato, e di rimettermi di nuovo in discussione. La proposta della società di Taranto mi affascinava, e non ho perso tempo nell'accettarla. L'ambiente mi piace. Sarà una nuova sfida. E poi di questa bella realtà del movimento cestistico italiano mi hanno parlato molto bene. Mi sono detta: perchè non provare?
Descriviti come giocatrice di basket.
Sono una tiratrice che predilige il gioco di contropiede. Amo prender palla ed arrivare sino in fondo, magari a canestro. Posso dare il mio apporto alla squadra sia come guardia che come play. In difesa cerco di fare del mio meglio...
Che donna è Marta Cattani? Cosa c'è al di fuori del parquet di gioco?
Mi definisco molto tenace e pignola. A prescindere dalla mia attività sportiva sono una che non molla mai, che cerca di dare il massimo in ogni situazione. Forse l'aspetto negativo è che sono un po' permalosa. I miei hobby? Piuttosto comuni: cinema, cucina e musica.
Domanda secca: un voto al Cras Basket Taranto edizione 2005/2006?
Otto, credo che sia un voto giusto. I dirigenti si sono mossi bene sul mercato, facendo arrivare straniere importanti. Naturalmente, adesso bisognerà vedere cosa succederà sul parquet. I propositi sono ambiziosi, spetterà però a noi fare tutto il possibile per raggiungere gli obiettivi che si è posta la società.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione