Cerca

Il Bari spinto dal «turbo» La Vista

Il tornante romano è il più forte segnale di discontinuità rispetto al passato. Pur fermato nella preparazione da un fastidioso infortunio muscolare, ha corso più di tutti. Pagano, dopo la rete con la Ternana (la prima in B) è partito per la doppia trasferta della Nazionale Under 21
BARI - Un anno fa il Bari alla prima giornata già recriminava per una bruciante sconfitta esterna a Catanzaro. Aveva un gruppo di giocatori appena assemblato e con molti interpreti in ritardo di condizione, in primis Giorgio La Vista. Proprio lo straordinario stato di forma messo in mostra sabato scorso dal tornante romano contro la Ternana è il più forte segnale di discontinuità rispetto al passato. L'ex ascolano - pur fermato nella preparazione da un fastidioso infortunio muscolare - ha corso più di tutti sulla fascia destra, facendo rimediare brutte figure ai suoi avversari più volte doppiati come in un gran premio. «Corro veloce perché ho il 10 sulla maglia? Può darsi - ha scherzato il furetto - ma la verità è che da venti giorni seguo un programma personalizzato con il preparatore atletico Falasca ed i risultati si vedono. Con gli umbri è stato un buon esordio per me, ma soprattutto per la squadra. Siamo partiti con una buona iniezione di fiducia anche grazie all'adrenalina che ci avevano trasmesso i tifosi nella presentazione del venerdì».
Nella passata stagione La Vista si è distinto anche tra i marcatori baresi (tre reti il suo bottino) e nella prima di campionato ha impensierito il portiere Berni con una angolatissima punizione. Insomma è davvero malintenzionato: «Voglio migliorare il mio rendimento - ha affermato il giocatore - e fare anche qualche gol in più... Battere le punizioni è una caratteristica del mio repertorio, anche se spesso ho giocato più arretrato, sacrificando la mia vena offensiva».
Per Santoruvo e Vantaggiato con lo stato di forma dei due laterali di centrocampo (La Vista e Pagano) giocare d'attacco diventa più facile: «Noi - ha concluso La Vista - facciamo il nostro lavoro e loro devono fare gol. E' un bel gioco delle parti. Il Bari può crescere con il massimo impegno di tutti. Possiamo andare lontano con questo gruppo unito: è la nostra arma più forte».
A proposito di Pagano, dopo la rete con la Ternana (la prima in B), una nuova sfida aspetta il centrocampista del Bari Biagio Pagano: il giocatore è partito per la doppia trasferta della Nazionale Under 21 allenata da Claudio Gentile, che affronterà in trasferta Scozia e Bielorussia. Pagano giocherà il 2 settembre a Motherwell in Scaozia, e il 6 a Borison in Bielorussia. Ritornerà ad allenarsi con i compagni a partire dalla prossima settimana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400