Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 04:22

Calcio/Serie B - Bari Ternana 2-0

Ottimo esordio con Pagano e Santoruvo, nella 1ª giornata del Campionato, segnata dal rinvio di 6 delle 8 partite previste per la vertenza stadi
BARI - Il Bari ha iniziato il suo campionato in serie B dalle 15 di oggi, ospitando allo stadio "San Nicola" la Ternana.
Felice l'esordio dei biancorossi, che hanno sconfitto gli ospiti 2-0.

«Tifosi svenduti per trenta denari. No al sabato»: i tifosi della Ternana hanno esposto nel settore ospiti della curva sud della stadio San Nicola uno striscione polemico nei confronti della decisione della Lega di far giocare le partite di B il sabato alle 15, al fine di ottemperare alle esigenze commerciali legate ai diritti tv delle partite.
I tifosi del Bari hanno invece cantato cori sulle note di «La partita di pallone» di Rita Pavone, perché si torni a giocare «la domenica alle tre».

Un gruppo di qualche decina di tifosi ha forzato una delle porte di ingresso dello stadio San Nicola, mentre era in corso la partita Bari-Ternana, ed è entrato senza pagare il biglietto. È accaduto intorno al 20° minuto del primo tempo. Secondo quanto si è visto dalla tribuna stampa, i tifosi, dopo aver forzato lo sbarramento degli addetti all'ingresso della porta 27, sono entrati nel settore Tribuna Ovest e, dopo aver saltato i vetri divisori, si sono sistemati sulle gradinate della curva nord. La Polizia ha confermato che alcuni giovani - il numero non è stato accertato - senza biglietto, hanno oltrepassato la porta presidiata dalle maschere del Bari e sono entrati all'interno dell'impianto.
Già prima dell'inizio della gara, ai botteghini vi erano stati momenti di tensione a causa della lentezza delle operazioni di rilascio dei biglietti di ingresso che da oggi devono essere nominativi in ottemperanza al decreto Pisanu sulla sicurezza negli stadi. Una procedura che ha comportato un rallentamento delle operazioni tanto che molti tifosi sono riusciti a occupare le gradinate a partita già cominciata.

Per la prima giornata del Campionato, ieri il primo anticipo - Verona-Avellino - si è concluso con un pareggio a reti inviolate.
Sei delle otto partite in programma della prima giornata di andata sono state rinviate a data da destinarsi dalla Lega Calcio dopo la decisione di molti sindaci di non concedere l'uso degli stadi nell'orario contestato, ossia alle 15 del sabato pomeriggio.
Rimangono quindi da recuperare Albinoleffe-Rimini, Brescia-Cremonese Modena-Mantova, Piacenza-Catania, Arezzo-Crotone e Cesena-Atalanta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione