Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 01:45

Il Lecce non vede l'ora di cominciare

Il difensore Polenghi, uno dei nuovi arrivati ed esordiente in serie A: «L'idea di misurarmi con i nomi del calcio italiano nel campionato più interessante del mondo non è cosa da poco». L'appuntamento è per sabato 27 alle ore 18 nell'anticipo pomeridiano di Livorno
LECCE - «Non vedo l'ora di cominciare. L'idea di misurarmi con i nomi del calcio italiano nel campionato più interessante del mondo non è cosa da poco». Tiziano Polenghi a 26 anni potrebbe provare l'emozione del debutto in A. «Il mister - continua l'ex difensore della Salernitana sul sito ufficiale della società giallorossa - mi ha dimostrato fiducia in molte occasioni, un motivo in più per dare il massimo, dovessi essere in campo sabato, per dimostrare di essere all'altezza della situazione e per dare il mio contributo». A proposito del Livorno dice: «Non pensiamo al fatto che possano essere giù di tono per essere stati eliminati dalla coppa Italia, credo sia esattamente il contrario, proprio come per noi. Il campionato dà ben altri stimoli e spinte».
Polenghi dell'organico avversario dice: «Ci sono nomi come quello di Lucarelli e Palladino, che io conosco per essere stati compagni a Salerno. E' un giovane ma ha già dimostrato grandi qualità. In più il Livorno, avrà dalla sua il sostegno di un pubblico molto caldo». Ma Polenghi è fiducioso. «Bisogna andare in Toscana con il massimo rispetto dell'avversario - conclude - Anche se sono certo che anche dall'altra parte, in questo momento, si fanno le stesse valutazioni su di noi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione