Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 19:10

Lecce: parte gestione Tesoro, Lerda allenatore

LECCE – Archiviati i 18 anni di gestione Semeraro, in casa Lecce è ormai tempo di pianificare l'immediato presente. Savino e Antonio Tesoro, padre e figlio, appena messo nero su bianco per l’acquisto della società di via Templari, non hanno perso un attimo a programmare la nuova stagione.
Lecce: parte gestione Tesoro, Lerda allenatore
LECCE – Archiviati i 18 anni di gestione Semeraro, in casa Lecce è ormai tempo di pianificare l'immediato presente. Savino e Antonio Tesoro, padre e figlio, appena messo nero su bianco per l’acquisto della società di via Templari, non hanno perso un attimo a programmare la nuova stagione. 

Serie B, o malauguratamente Lega Pro, se il Lecce venisse condannato per la vicenda calcioscommesse, il nuovo corso targato Tesoro per il Lecce comincia dalla scelta del tecnico. E' solo questione di ore, magari di giorni, al massimo entro mercoledì, ma la scelta dei nuovi padroni del Lecce sembra essere caduta su Franco Lerda. Savino e Antonio Tesoro, che nel nuovo corso giallorosso, ricoprirà il ruolo di amministratore delegato e direttore sportivo, sono più che mai orientati ad affidare la panchina del Lecce proprio a Lerda, che ben conoscono per averlo avuto nel 2009 a Busto Arsizio, con il tecnico alla guida della Pro Patria (ex C1). 

Avventura che si concluse in maniera amara con la finale playoff persa contro il Padova. I Tesoro, però, hanno conservato di Lerda un ottimo ricordo, in particolare per la maniera piacevole e spregiudicata di far giocare la squadra: un 4-2-3-1 che il tecnico potrebbe riproporre a breve nel Salento. 

Sistemato il tassello allenatore, l’obiettivo di Tesoro si sposta adesso sull'organico. Si riparte dalla risoluzione delle comproprietà dei difensori Andrea Esposito (riscattato dal Genoa) e Antonio Mazzotta (riscattato dal Palermo) e del giovane attaccante, scuola Milan, David Speziale. In attacco il sogno proibito si chiama David Di Michele: in scadenza di contratto il prossimo 30 giugno, i nuovi padroni cercheranno di convincere l'esperto attaccante a proseguire per un’altra stagione, magari riducendosi l’ingaggio, la sua avventura in maglia giallorossa. 

Per la cabina di regia si punta alla riconferma di capitan Guillermo Giacomazzi, di Gennaro Delvecchio e Carlos Grossmuller, calciatori che in un campionato di serie B rappresentano un vero e proprio lusso. Senza tralasciare Ignacio Piatti, l’argentino arrivato a Lecce e presentato come un vero fuoriclasse, ma che sinora, per demeriti propri e di chi, forse, non ha mai creduto in lui, non è riuscito ad esprimere le sue qualità. 

Il nuovo corso del Lecce targato Tesoro, dunque, è già cominciato, con Lerda allenatore prima certezza. Poi, già da domani, si comincerà a pianificare la stagione con la nuova struttura societaria e la scelta del ritiro precampionato. Il tempo stringe e la scure della vicenda calcioscommesse non sembra fermare le strategie del gruppo Tesoro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione