Cerca

calcio

Bari, Rada: «Obiettivo serie A
Da ora sarà una battaglia»

Rifondazione Bari Camplone ci prova

BARI - «Ora dobbiamo solo guardare avanti, da qui al 20 maggio sarà una guerra. Iniziamo una nuova strada e speriamo di continuare nel miglior modo possibile. Noi cerchiamo la serie A, possiamo farcela": lo spirito del Bari gestione-Campione è immortalato così nelle parole del difensore romeno Ionut Rada, riferite oggi ai giornalisti al San Nicola.

«Il nuovo allenatore? Come noi vuole raggiungere il massimo. E' arrivato qui per darci qualcosa in più - ha spiegato il marcatore - e per valorizzare le nostre qualità. Mi dispiace per l'esonero di Nicola ma sappiamo che il calcio è così. Il primo che paga è l’allenatore quando si sbagliano due-tre partite di seguito. Quando si fallisce un progetto la colpa è di tutti. Peccato perchè avevamo fatto un percorso buono fino alle ultime quattro partite. Abbiamo sbagliato qualcosa e perso terreno rispetto alle prime».

Presentandosi ai media Camplone ha evidenziato la necessità di lavorare sull'autostima e sulla convinzione nel gruppo. "Abbiamo bisogno di cambiare la mentalità - ha puntualizzato Rada - perché questa squadra ha le carte per vincere e raggiungere il massimo obiettivo. Se vogliamo vincere dobbiamo però rischiare. Sono convinto che possiamo fare bene in questa seconda parte di campionato».

Infine un pensiero ai tifosi. "Nella prima parte ci hanno supportato in tutte le gare. Ora, come noi, vogliono vedere qualcosa in più. Bari è una città che deve mirare al massimo obiettivo» ha concluso Rada.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400