Cerca

Calcioscommesse Guberti ascoltato «Bari-Samp gara vera»

ROMA – «E' assolutamente estraneo alla vicenda. Guberti e i suoi compagni hanno giocato Bari-Sampdoria nella maniera più vera possibile e non c'è nessun dubbio sul risultato». Katia De Nicola, legale dell’ex calciatore della Samp Stefano Guberti, uscendo dalla Procura federale, esclude ogni coinvolgimento del proprio assistito sulla vicenda del calcioscommesse e, in particolare sulla tentata combine di Bari-Sampdoria (0-1) del 23 aprile 2011
«Bari esposto ad azioni risarcitorie»
Calcioscommesse Guberti ascoltato «Bari-Samp gara vera»
ROMA – «E' assolutamente estraneo alla vicenda. Guberti e i suoi compagni hanno giocato Bari-Sampdoria nella maniera più vera possibile e non c'è nessun dubbio sul risultato». Katia De Nicola, legale dell’ex calciatore della Samp Stefano Guberti, uscendo dalla Procura federale, esclude ogni coinvolgimento del proprio assistito sulla vicenda del calcioscommesse e, in particolare sulla tentata combine di Bari-Sampdoria (0-1) del 23 aprile 2011. «Oggi Guberti ha preso consapevolezza di ciò che è stato detto nei suoi confronti - ha spiegato l’avvocato al termine dell’audizione – e non è escluso che agiremo in altre sedi per tutelare la sua posizione». «Faremo tutto ciò che è necessario per difendere la sua onorabilità», ha ammonito il legale.

Sette interrogatori, ma poca voglia di parlare. Questa la sintesi dell’ennesima giornata di audizioni negli uffici romani della Procura federale, al lavoro sul terzo filone dell’inchiesta sportiva sul calcioscommesse. La squadra diretta dal procuratore Stefano Palazzi prosegue le indagini su quanto emerso dall’indagine di Bari e al riguardo oggi ha ascoltato tre ex calciatori del club biancorosso: Massimo Donati, Alessandro Parisi e Salvatore Masiello. Proprio quest’ultimo era l’uomo più atteso in via Po perchè co-responsabile – secondo l’ex capitano del Bari Andrea Masiello – della tentata combine dell’incontro Udinese-Bari 3-3 del 9 maggio 2010 attraverso una presunta telefonata fatta all’ex bianconero Simone Pepe, convocato domani dalla Procura per chiarire l’episodio. Assistito dall’avvocato Ruggero Malagnini, al termine dell’interrogatorio durato circa un’ora Salvatore Masiello non ha voluto parlare: «Ha raccontato la sua verità – ha spiegato il legale del calciatore – In quella partita neppure scese in campo perchè al rientro dopo un infortunio». 

Nessuna dichiarazione anche per Donati (arrivato a Roma senza avvocato) e Parisi, un altro dei complici – sempre secondo il racconto fatto da Andrea Masiello davanti ai magistrati baresi – della combine di Udinese-Bari, peraltro sempre negata dall’attuale terzino del Torino. Ha respinto ogni addebito e discolpato anche gli ex compagni della Sampdoria Stefano Guberti. L'ex centrocampista blucerchiato è stato tirato in ballo da Giovanni Carella, amico e scommettitore di Andrea Masiello: «Guberti e un altro giocatore del quale non ricordo il nome – ha raccontato Carella ai magistrati di Bari – facevano pressione su Masiello per vincere la partita Bari-Sampdoria (disputata il 23 aprile 2011 e terminata 1-0 per la squadra ligure, ndr)». 

Sulla presunta combine della partita Bologna-Bari 0-4 del 22 maggio 2011 la Procura ha ascoltato Daniele Paponi e Riccardo Meggiorini, arrivato a Roma senza avvocato: entrambi i calciatori non hanno voluto rilasciare dichiarazioni, così come il parmense Stefano Morrone, assistito dal legale Paolo Rodella e ascoltato sulla presunta combine della partita Parma-Bari 1-2 del 3 aprile 2011. 

Domani la Procura ha fissato altre nove audizioni: oltre al già ricordato Pepe, gli investigatori federali concentreranno l'attenzione sul Bari ascoltando il direttore sportivo Guido Angelozzi, il direttore generale Claudio Garzelli, il team manager Claudio Vino e il segretario Pietro Doronzo; i calciatori Matteo Rubin e Ivan Radovanovic verranno invece sentiti in merito alla partita Bologna-Bari, mentre tornerà in Procura anche Cristian Stellini, collaboratore di Antonio Conte già ai tempi del Siena. Per il calcioscommesse si prospetta dunque un’altra giornata calda, durante la quale sono attese anche le sentenze di primo grado della Commissione Disciplinare sul secondo processo sportivo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400