Cerca

Mercoledì 18 Ottobre 2017 | 14:56

Progetti futuri Bari, resta Stoian il pezzo pregiato

di FABRIZIO NITTI 
BARI - Il Bari del futuro è tutto da decifrare. La questione societaria e tecnica da definire, il «calcioscommesse» che non lascia tranquilli, la paura di dover vivere una stagione da «figli di un dio minore». In attesa che Angelozzi e Torrente incontrino Antonio Matarrese per sgombrare il campo dagli equivoci, vediamo la situazione attuale della squadra biancorossa, la base di partenza in vista del prossimo mercato
Progetti futuri Bari, resta Stoian il pezzo pregiato
di FABRIZIO NITTI 
BARI - Il Bari del futuro è tutto da decifrare. La questione societaria e tecnica da definire, il «calcioscommesse» che non lascia tranquilli, la paura di dover vivere una stagione da «figli di un dio minore». In attesa che Angelozzi e Torrente incontrino Antonio Matarrese per sgombrare il campo dagli equivoci, vediamo la situazione attuale della squadra biancorossa, la base di partenza in vista del prossimo mercato. Partiamo dai calciatori di proprietà del Bari. Undici i «cartellini» in mano alla dirigenza barese: Defendi, Scavone, Galano, Bellomo, Caputo, Albadoro, Borghese, Rivaldo, Dos Santos, Rana e Ceppitelli. A questa lista vanno aggiunti i giocatori che rientreranno dai prestiti: Marotta e Ghezzal i nomi più pesanti; ci sono poi Statella (il Pavia vuole tenerlo), Gammone, Di Noia, Grandolfo, Visconti, Mastroianni, Monopoli, Tarantino e Altobello. Caputo, Borghese e Ceppitelli i nomi che hanno già riscosso le attenzioni in fase di mercato, senza dimenticare Marotta: l’attaccante, dopo la parentesi non positiva a Bari, si è rilanciato con lo Spezia, dove ha finito con il vincere il campionato di prima Divisione. Ci sono poi... coloro che son sospesi, cioé i giocatori in comproprietà. Pattuglia formata da cinque elementi. Il «nome» è quello di Andrea Masiello, il difensore al centro dello scandalo scommesse «made in Puglia». Sul calciatore il Bari avrebbe potuto fare un bel gruzzoletto, visto che l’Atalanta, quando Berta filava, aveva manifestato l’intenzione di riscattare anche l’altra metà. E al Bari, dalla casse asfittiche, sarebbero piovuti circa tre milioni di euro, una cifra che avrebbe consentito alla società di respirare in funzione della prossima stagione. Ovviamente Masiello, adesso, vale zero... 

L’altro nome importante è quello di Romizi, a metà con la Fiorentina. A chiudere la lista, ecco Crimi (Grosseto), Masi (Fiorentina) e Zlamal (Udinese). Alla voce «prestiti secchi» altri sei uomini: lasceranno Bari, infatti, De Falco (destinazione Chievo), Garofalo (Siena), Forestieri (Udinese), Simon (Palermo), Cavanda (Lazio), Koprivec (Udinese). Altro «prestito», ma con formula diversa. Stoian, per il quale il Bari vanta un diritto di riscatto della metà fissato a 300 mila euro. Il club biancorosso, ovviamente, non si lascerà sfuggire l’oc - casione di diventare comproprietaria con la Roma del cartellino dell’attaccante rumeno, seguito da club di serie A e da società straniere (lo Zenith di Spalletti lo ha seguito a Genova, in occasione della partita contro la Samp). Il campionato di Stoian è stato degno di nota, il suo «prezzo», oggi, è molto più alto. Ci sono poi Lamanna, Polenta e Crescenzi, altri tre giovani che in questa stagione si sono messi in evidenza. Qui, però, le società di appartenenza si sono messe al sicuro: Genoa (per i primi due) e Roma si sono assicurate il diritto del controriscatto sulla metà del cartellino. 

Per il Bari sarà difficile spuntarla. Per chiudere, capitolo dedicato agli svincolati. Fine contratto per Castillo, Kutuzov e Bogliacino, con un bel risparmio per il club di Strada Torrebella. L’argentino e il bielorusso hanno di sicuro chiuso l’avventura in Puglia, qualche spiraglio per l’uruguayano, che ha già avuto modo di esprimere il proprio desiderio al direttore sportivo Angelozzi. Ovviamente bisognerà ridiscutere l’ingaggio. Ma soprattutto capire che si vuol fare del Bari della prossima stagione...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione