Cerca

Basket, playoff Legadue Enel Brindisi conquista  il «pass» per la finale

BARCELLONA - L’Enel Brindisi strappa il biglietto per la finale playoff di Legadue di basket dopo aver rischiato di riaprire la serie contro una volitiva Barcellona, che ha ceduto nel finale (80-86) dopo aver giocato una partita di grande intensità. La differenza l’ha fatta Gibson perché con i suoi 33 punti realizzati ha lanciato la sua squadra alla vittoria. Alla fine è stato «cappotto» ai siciliani: 3-0 nella serie
• Due turni di squalifica per Gibson
Basket, playoff Legadue Enel Brindisi conquista  il «pass» per la finale
SIGMA BARCELLONA-ENEL BRINDISI 80-86 

Sigma Barcellona: Giallombardo ne, Rotundo ne, Lukauskis 16, Green 8, Bucci 18, Mocavero 16, Da Ros 15, Piazza ne, Curry 5, Bonessio 2. All: Pancotto.

Enel Brindisi: Maestrello 0, Formenti 2, Renfroe 14, Ndoja 7, Borovniak 4, Callahan 16, Zerini 3, Giuri 7, Gibson 33, Vorzillo ne. All: Bucchi.

Arbitri: Di Francesco di Teramo, Quarta di Torino, Moretti di Marsciano (Pg).

Parziali: 26-30, 53-45, 67-65.

NOTE: Barcellona da due 22/45; da tre 7/23; liberi 15/18; rimbalzi 31. Brindisi da due 25/39; da tre 7/18; liberi 15/18; rimbalzi 34.

BARCELLONA - L’Enel Brindisi strappa il biglietto per la finale playoff di Legadue dopo aver rischiato di riaprire la serie contro una volitiva Barcellona, che ha ceduto nel finale dopo aver giocato una partita di grande intensità. La differenza l’ha fatta Gibson perché con i suoi 33 punti realizzati ha lanciato la sua squadra alla vittoria. Alla fine è stato «cappotto» ai siciliani.

Partenza a tutto gas delle due formazioni, che si affrontato tenendo altissimo il ritmo della gara. Brindisi prova a scappare (4-7), Barcellona risponde con una grande difesa a tutto campo, che porta i giallorossi in vantaggio (10-7). Un dubbio fallo in attacco di Lukauskis rilancia i pugliesi, con Renfroe e Callahan che confezionano il nuovo vantaggio ospite (14-19) a metà tempo.

Inizia così una battaglia di triple tra Bucci e Lukauskis da una parte e Gibson dall’altra, che favorisce i padroni pronta a riagganciare la parità (22-22) a 2’ dalla prima sirena. A spezzare l’equilibrio ci pensano gli arbitri, che fischiano un tecnico a coach Sacco, dopo un fallo concesso alla squadra avversaria. Brindisi accumula così un minimo vantaggio, che conserva fino alla fine del periodo, chiuso sul + 4 (30-26).

Barcellona torna in campo con gli occhi della tigre ed in un battibaleno piazza un break di 10-0 che ribalta la situazione (36-30) in 2’. Una tripla di Lukauskis porta Barcellona sul +9 (39-30), con un Brindisi frastornato e senza idee. L’inerzia è tutta per i padroni di casa, che aumentano il margine fino al +11 (41-32). La partita cala di ritmo, dopo le rotazione che tolgono dal campo i quintetti iniziali. Barcellona riesce comunque a tenere il vantaggio e va all’intervallo lungo sul +8 (53-45).

Barcellona prova a scappare via con i punti di Mocavero, Lukauskis e Bucci, che portano il margine sul +14 (61-47), prima di un lungo black out che consente ad un cinico Brindisi di recuperare il passivo. I giallorossi infatti non trovano più il canestro, mentre i pugliesi inesorabilmente si fanno sotto fino al pareggio raggiunto sul 63-63, con una bomba di Callahan, ad una manciata di secondi dalla terza sirena, che arriva con i barcellonesi avanti di 2 (67-65).

In avvio dell’ultimo quarto, Brindisi con il capitato Ndoja riporta la testa avanti (68-67), ma la reazione rabbiosa dei padroni di casa consenti di piazzare un mini-break di 5-0 per il +4 giallorossi, con una tripla di Curry. La partita resta comunque senza un padrone, ma a 3’ dalla sirena Brindisi arriva ad un passo dalla finale, impattando sul 76-76. Nella sagra degli errori dall’una e dell’altra parte si arriva all’ultimo minuti in parità sull’80-80. Brindisi realizza con Renfroe, ma Bucci sbaglia da tre regalando la vittoria e la finale a Brindisi. Green manda dalla lunetta Gibson, che non sbaglia e consegna la vittoria alla sua squadra, mettendo il sigillo alla gara con una schiacciata.

Giuseppe Puliafito

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400