Cerca

Tennis, Pennetta accusa dolori al polso e si ritira

ROMA – Finisce nel peggiore dei modi l'avventura di Flavia Pennetta agli Internazionali Bnl d’Italia. La tennista azzurra è stata infatti costretta a ritirarsi nei quarti di finale del torneo che si gioca al Foro Italico per un problema al polso destro. In semifinale accede quindi l'avversaria Serena Williams che, al momento dell’interruzione dell’incontro, conduceva il match col punteggio di 4-0.
Tennis, Pennetta accusa dolori al polso e si ritira
ROMA – E' stato un movimento sbagliato a costringere Flavia Pennetta al ritiro dagli Internazionali Bnl d’Italia. La tennista azzurra ha infatti spiegato di aver accusato un problema al polso destro nei primi scambi dell’incontro con la statunitense Serena Williams, valido per l'accesso alle semifinali del torneo di Roma. 

“Ho sentito dolore sul secondo o terzo punto del primo game – le parole della giocatrice brindisina – E' stato un gesto che ho fatto su un rovescio. Ho fatto male un movimento che mi ha fatto risentire dolore al polso destro e non sono stata in grado di gestirlo come avrei dovuto. Non potendo poi servire e spingere in una determinata maniera, non c'era molto da fare in campo”. 

E infatti, dopo aver provato a continuare, l’azzurra ha abbandonato il campo sul punteggio di 4-0 per la rivale dopo nemmeno mezz'ora di gioco. “Non ero in condizione di continuare - ha confessato la Pennetta – E poi contro Serena devi giocare e sentirti al 100%, di conseguenza quando ho sentito dolore ho provato ad andare avanti per altri 2-3 game ma mi sono resa conto che il dolore era più forte”.

“Adesso farò un pò di esami per accertare l’entità del problema, per escludere cose più gravi oltre al movimento sbagliato – ha quindi aggiunto - Comunque è stata una gran settimana, mi ha dato una carica pazzesca, magari si giocasse tutto l’anno al Foro Italico. Mi dispiace, ovvio, ma sono contenta delle sensazioni che ho avuto in questa settimana”. 

Adesso l’importante sarà recuperare bene in vista del Roland Garros. “Non dovrò giocare per 3-4 giorni ma ho il tempo per arrivarci bene, ho una buona sensazione perchè penso di aver giocato un buon torneo, mi sono sentita bene fisicamente, tatticamente e mentalmente. Questa è la cosa positiva”. Anche se il ritiro brucia ancora: “Rimane un pò di rammarico: magari avrei perso lo stesso però resta l’amarezza per non essermela potuta giocare”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400