Cerca

Legadue basket maschile Brindisi vola in semifinale Ostuni ko nell'extra-time

BRINDISI -  Quaranta minuti di «fuoco», senza vinti né vincitori, poi, nell’overtime, è l’Enel Basket ad avere la meglio mettendo a segno un 13-7 che costringe gli uomini di Marcelletti alla resa. Cosicché la squadra di Bucchi doma l'Ostuni in tre partite e supera i quarti di finale della Legadue di basket maschile. La Domotecnica arriva anche al + 14, poi regala il supplementare a Brindisi. Nell’overtime è subito 9-0 di Brindisi
Legadue basket maschile Brindisi vola in semifinale Ostuni ko nell'extra-time
Domotecnica ostuni-Enel Brindisi 87-93 

Assi Ostuni: Johnson 33 (5/6, 5/12), Klobucar 5 (2/2, 0/3), Rossetti 4 (1/2, 0/2, Rinaldi 5 (2/6), Basei 4 (2/2); Berti 17 (1/3, 3/5), Carenza 8 (1/3, 1/1), DiLiegro 9 (3/5), Margio 2 (1/2), Sirakov (0/1, 0/2). All. Marcelletti.

Enel Basket: Renfroe 18 (3/7, 2/4), Gibson 31 (2/8, 7/13), Formenti 4 (0/2. 0/3), Callahan 10 (5/8, 0/3), Borovnjak 3 (1/2); Maestrello 3 (1/1 da 3), Zerini 3 (1/3), Giuri 2 (1/2, 0/1), Ndoja 19 (0/1, 5/9), Vorzillo n.e. All Bucchi.

Arbitri: Ursi, Baldini, Quarta.

parziali 28-19, 39-33, 63-52, 80-80, 87-93.

Note - Tiri liberi: Br 22/30 (73%), Ost 24/33 (73%). Tiri da 2: Br 13/33 (39%), Ost 18/32 (56%). Tiri da 3: Br 15/34 (44%), Ost 9/25 (36%). Rimbalzi: Br 34 (Renfroe 9), Ost 40 (Berti e Rossetti 8). Assist: Br 12 (Renfroe 4), Ost 12 (Johnson 6). Usciti per falli: Borovnjak, Rinaldi , Berti, Formenti. Fallo tecnico alla panchina Ostuni, a Formenti; doppio fallo per Borovnjak, secondo antisportivo a Carenza, poi espulso. Spettatori: 2.000.


Brindisi - Quaranta minuti di «fuoco», senza vinti né vincitori, poi, nell’overtime, è l’Enel Basket ad avere la meglio mettendo a segno un 13-7 che costringe gli uomini di Marcelletti alla resa.

Quattro minuti, quelli iniziali, di spettacolo con Ostuni che prende subito sette lunghezze di vantaggio (15-8) grazie alle invenzioni di Johnson che serve palloni al bacio per Berti e Klobucar. Brindisi parte con il freno a mano tirato: anche se ha buoni tiri, non trova il canestro. La gara, ad ogni modo è bella perché i due quintetti sembrano non abbiano alcuna intenzione di giocare al risparmio. E’ chiaro che sia Ostuni a spingere di più per cercare di allungare la serie del playoff.

Al 6’ Ndoja rileva Callahan, Ostuni trova i tiri dalla distanza: con Klobucar, Berti e Johnson riesce ad allungare il vantaggio (7’50”: 23-13). Negli spiccioli di tempo continua il «bombardamento» ostunese che chiude la prima frazione sul 28-19 (5/9 da 2, 5/7 da 3), mentre Brindisi ha medie inferiori: 3/7 da 2 e 3/10 da 3. La differenza sta in queste cifre, anche se è doveroso aggiungere il 12 a 5 ai rimbalzi per la squadra di Marcelletti.

Sono Johnson, Rossetti e DiLiegro ad insistere e portare Ostuni sul +14: 33-19 (13’). Renfroe 4/4 dalla lunetta spezza l’astinenza brindisina e porta sul 33-23. Ma al 14’ (33-23) brutto gesto di Carenza contro Renfroe: prima lo spinge a terra poi gli molla un cazzotto: fallo antisportivo. Sacrosanto (4° fallo per l’ostunese). Il PalaElio s’infiamma ed il Brindisi mette a segno il suo 7-0 (33-27). Ad ogni modo, anche se ora si registra una minore precisione al tiro, con un po’ d’affanno si arriva alla conclusione del secondo quarto con il punteggio sul 39-33 (17 punti di Johnson: 3/3, 3/5).

Si ricomincia con gli stessi quintetti iniziali. Subito 5-0 di Brindisi (39-38). Ostuni insiste, non vuol lasciare niente all’avversario e al 25’ sono 5 i punti di vantaggio (50-45). La gara è nervosa: errori e falli non si contano. Carenza, rientrato dopo il fallaccio, mette a segno otto punti di fila (58-47 al 28’32”). Il quarto si chiude con il vantaggio di 11 punti di Ostuni 63-52. Dopo l’espulsione di Carenza, Brindisi riprende fiato: al 34’07” è 67-66 (Gibson 3+1), ed è ancora l’americano a 4” dal termine ad infilare la tripla del pari: 80-80.

Nell’overtime è subito 9-0 di Brindisi prima che Rossetti realizzi: 82-92 a 43’06”. Gibson, Renfroe e Ndoja insistono ed anche Johnson alla fine è costretto alla resa.

Franco De Simone

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400