Cerca

Lecce cerca a Verona vittoria della salvezza Miccoli si infortuna

LECCE – Potrebbe essere l’ultima partita del Lecce nella massima serie di calcio. A 48 ore di distanza dall’impegno conclusivo di A sul campo del Chievo, Serse Cosmi ed i suoi uomini provano a scrivere la storia, tentano di compiere un qualcosa che sa più di miracolo. Domenica a Verona andrà in scena una gara che offre al Lecce una labile, molto labile speranza di salvezza: ad una vittoria dei giallorossi dovrebbe accoppiarsi una disfatta del Genoa contro il Palermo (Miccoli indisponibile)
Lecce cerca a Verona vittoria della salvezza Miccoli si infortuna
LECCE– Potrebbe essere l’ultima partita del Lecce nella massima serie. A 48 ore di distanza dall’impegno conclusivo di A sul campo del Chievo, Serse Cosmi ed i suoi uomini provano a scrivere la storia, tentano di compiere un qualcosa che sa più di miracolo. Domenica a Verona andrà in scena una gara che offre al Lecce una labile, molto labile speranza di salvezza: ad una vittoria dei giallorossi dovrebbe 'accoppiarsì una disfatta del Genoa contro il Palermo. 

I tifosi salentini si erano affidati anche a san "Fabrizio Miccoli", leccese doc, con poster 6x3 affissi in città, per cercare di fermare la corsa del Genoa. Ma intanto questa mattina si è fermato lui: problema muscolare, niente gara ed addio ai sogni di gloria. Ieri, per uno strano scherzo del destino, era toccato al difensore Tomovic (il cui cartellino è di proprietà del Genoa, ndr) dare forfait per via di un analogo problema muscolare. Segni premonitori di un destino, forse, in parte già scritto. Speranze di salvezza davvero ridotte al lumicino che sarebbe riduttivo, però, arginare nel lembo della fatalità. 

Quando una squadra come il Lecce, nonostante l’affannosa rincorsa salvezza quasi compiuta, perde dei veri e propri match-point tra le mura contro Napoli, Parma e Fiorentina, senza dimenticare quelli dilapidati contro Cesena e Novara, è proprio lì che si devono ricercare le vere cause del fallimento stagionale. Senza tralasciare quello che sarà l’aspetto predominate dei prossimi giorni: la vicenda calcioscommesse. Il Lecce, così come buona parte della serie A, ha sulla sua testa la spada di Damocle degli eventuali deferimenti. La presunta combine del derby con il Bari non lascia dormire sonni tranquilli alla società di via Templari: il rischio è davvero elevato e bisognerà attendere l’inizio della prossima settimana per capirne di più. Intanto la palla, ancora per poco, passa al campo, con il Lecce che in questa sua ultima passerella stagionale in serie A non sarà solo a Verona. Il popolo giallorosso si mobilita in massa: saranno un migliaio i tifosi che da Lecce e da altre zone d’Italia raggiungeranno Verona, pronti a sostenere la squadra in questa sua ultima battaglia: ben consapevoli che difficilmente accadrà un miracolo, ma pronti a dimostrare che, indipendentemente dall’epilogo, saranno sempre presenti. Non si prevede un esodo 'biblicò per via della vituperata 'tessera del tifosò: i fedelissimi della curva nord, coerenti come lo sono stati per l’intera annata, non seguiranno la squadra a Verona per via dei divieti imposti dalla tessera. 

Il Lecce ci proverà, ed a sottolinearlo è il centravanti David Di Michele, giunto al suo probabile passo d’addio con la maglia giallorossa (contratto in scadenza a giungo, ndr). "Dobbiamo fare il nostro vincendo a Verona e poi sperare, anche se è difficile», commenta con un pizzico di amarezza. «Dobbiamo onorare il campionato, la nostra maglia, per noi stessi, per i nostri tifosi, per la società e la città intera: mollare ora - conclude – sarebbe da stupidi". E nel ricordo di questa assurda stagione, raddrizzata solo dalla cura Cosmi, resterà indelebile l'applauso al termine della sconfitta interna contro la Fiorentina rivolto a tecnico e squadra, con un pubblico passionale e sanguigno, sempre vicino ai propri colori. 

Domenica sera il Lecce proverà a riscrivere un finale che sembra già concepito, Genoa permettendo. Poi l’estate ormai alle porte, che si preannuncia bollente per via della vicenda calcioscommesse: i tifosi si immaginano già il Lecce in questa o quella categoria. Ma quello che chiedono i tifosi è di onorare sino al novantunesimo la stagione, pronti ad applaudire anche per una retrocessione, forse, già scritta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400