Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 17:24

Le società prof indebitate con l'Erario per 600 milioni

Sulla base dei dati aggiornati ai 31 maggio 2005, nei confronti di 155 società di calcio partecipanti nei campionati di serie A, B e C negli anni 2001-2002-2003, risulta un carico netto iscritto a ruolo per tributi erariali pari a circa 631 milioni di euro
ROMA - Ammonta a più di 600 milioni di euro il debito nei confronti dell'Erario delle società di calcio iscritte nei campionati di serie A, B e C nel triennio 2001-2003: lo rende noto il sottosegretario all'Economia Daniele Molgora rispondendo, nella commissione Finanze della Camera, ad un'interrogazione dei leghisti Sergio Rossi e Guido Dussin relativa all'adempimento degli obblighi fiscali da parte delle società di calcio professionistiche. «L'Agenzia delle entrate - ha detto Molgora in commissione - ha comunicato che, sulla base dei dati aggiornati ai 31 maggio 2005, nei confronti di 155 società di calcio professionistiche esaminate, partecipanti nei campionati di serie A, B e C negli anni 2001-2002-2003, risulta un carico netto iscritto a ruolo per tributi erariali pari a circa 631 milioni di euro».
Il sottosegretario ha poi aggiunto che «la stessa Agenzia ha precisato che tale importo è costituito, per a circa 431 milioni di euro, da ruoli scaduti, e per circa 200 milioni di euro, da ruoli interessati da provvedimenti di sospensione della riscossione emessi dall'Autorità Giudiziaria, ovvero dai competenti Uffici locali, anche in relazione alle sanatorie fiscali previste dalla legge 27 dicembre 2002, il cui positivo esame potrà determinare lo sgravio di partite già sospese».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione