Cerca

Formula 1 - Gp di Francia ad Alonso

Sesta vittoria in carriera per lo spagnolo, la quinta dell'anno con la Renault, la sesta per la scuderia di Flavio Briatore. Secondo Raikkonen, partito dalla 13ª posizione. Sul podio, ma quasi doppiato, Michael Schumacher. Barrichello a secco. Ferrari superata dalla McLaren in classifica
MAGNY COURS (FRANCIA) - Alonso fa fare festa alla Francia, conquistando la sesta vittoria in carriera, la quinta dell'anno con la Renault, la sesta per la scuderia di Flavio Briatore, che, per il suo pilota, apre tutte le dita della mano al taglio del traguardo. Una vittoria dopo una gara solitaria, ma dietro di lui, ad appena 11"8, c'è la McLaren Mercedes di Kimi Raikkonen che chissà cosa avrebbe fatto se non fosse partita dalla settima fila. Sul podio, ma quasi doppiato, anche se va detto che è tra i soli tre piloti a pieni giri, Michael Schumacher, a bordo di una Ferrari che ha un po' deluso le aspettative.
Dietro di loro, la Bar di Button, la Toyota di Trulli, la Renault di Fisichella, la Toyota di Ralf Schumacher, la Sauber di Villeneuve. Appena nona la Ferrari di Rubens Barrichello, nonostante una grande partenza: il brasiliano per altro aveva previsto che la sua macchina, col ritorno del sole e del caldo, avrebbe avuto uno svantaggio. Ma la sensazione è deludente, considerando che una macchina francese ha trionfato in Francia 22 anni dopo Alain Prost con la Renault Turbo a Le Castellet. E che la McLaren ha ribadito la sua forza assoluta. E che la Michelin ha risposto alla grande alla crisi di Indianapolis. E non a caso Fernando Alonso sul podio ha indicato col dito la scritta sul cappellino che pubblicizza il gommista francese.
Al via il terzetto di testa parte senza problemi e mantiene le posizioni: primo Alonso, secondo Trulli, terzo Schumacher, mentre Rubens Barrichello è più lesto del pur scarico Takuma Sato e si prende la quarta posizione. Bene anche Kimi Raikkonen, che dalla 13/a piazza salta Ralf Schumacher e Mark Webber e si innesta all'11/a, la decima al 5/o giro dopo il sorpasso della Sauber di Jacques Villeneuve. Dopo tre giri il vantaggio della Renault sulla Toyota e sulla Ferrari è attorno ai 4», dopo 6 di oltre 8», 16» all'11/o. Insomma, Trulli fa da tappo.
In effetti, al primo pit stop, la Toyota e la Ferrari sono rientrate insieme, al 18/o giro (Barrichello la tornata prima) e Schumacher, fermo per 6"6 ha scavalcato il rivale in pit lane, rientrando quarto, scavalcato dalle McLaren di Montoya e di Raikkonen, che invece non erano rientrate ai box. Intanto la Bar di Sato è riuscita, in una situazione di traffico, a superare Barrichello, diventato così settimo, mentre Fisichella, che ha avuto un problema col bocchettone al rifornimento della benzina, è diventato nono. Alonso, ai box al 20/o, è rimasto in testa senza problemi, mentre Raikkonen al 24/o ha fatto il miglior tempo. Montoya è rientrato al 25/o, mantenendo il vantaggio su Schumacher, ma l'impresa è riuscita a Raikkonen, rimasto in pista fino al 28/o e capace di rientrare dietro al solo Alonso, dopo nemmeno metà gara, davanti al colombiano, al campione del mondo e a Trulli.
Intanto, un erroraccio di Sato, andato fuori pista nel presuntuoso tentativo di sorpasso di Trulli, ha riportato Barrichello al sesto posto. Nel frattempo il tappo per Schumi è diventato Montoya, in evidente gioco di squadra a favore di Raikkonen. Il tedesco si è fermato la seconda volta al 34/o, rientrando davanti a Trulli, fermo ancora a una sosta. Ma anche con pista libera, a metà corsa, si è visto che la Ferrari era lievemente più lenta di Renault e McLaren. Alonso ha inflitto alla gara un ritmo micidiale, dando oltre mezzo minuto alle frecce d'argento alla 39/a tornata. Intanto le Minardi sono uscite di gara, Friesacher per cedimento della ruota posteriore sinistra, Albers per un brutto testacoda. E Montoya ha cominciato a girare pianissimo, per problemi al cambio. E così, in rettilineo, al 46/o Schumi ha sorpassato il colombiano, che un giro dopo si è ritirato fermandosi sull'erba, mentre al 48/o Alonso ha doppiato Barrichello, settimo dietro a Trulli, con solo quattro piloti a pieni giri.
Schumacher ha fatto la terza sosta al 51/o giro, riuscendo a rientrare terzo dietro Alonso, con due stop, e Raikkonen, con appena uno, ma davanti a Fisichella, con due. Barrichello è rimasto settimo dietro a Trulli, fermandosi per il terzo rifornimento al 55/o. In pit anche Raikkonen, senza problemi a mantenere la piazza d'onore. Alonso si è fatto sotto per il doppiaggio a Fisichella e a Schumacher, evitato per la sosta dello spagnolo al 58/o. Il rientro davanti a Raikkonen e Schumi è stato seguito dallo spegnimento del motore del compagno di squadra Fisichella, che ha perso tempo per riaccendere, rientrando al sesto posto, sorpassato da Button e Trulli.
Insomma, fino alla fine non è successo niente, se non l'arrivo scontato di 15 piloti classificati: Alonso, Raikkonen e Schumacher a pieni giri, Button e gli altri doppiati, Barrichello nemmeno a punti. Chi ci guadagna è la Renault, la McLaren tampona la situazione, la Ferrari soffre ancora. Insomma, il mondiale più che riaprirsi sembra lanciare Alonso, Raikkonen permettendo, verso il suo primo mondiale.(

Ordine d'arrivo del Gp di Francia, decima prova del mondiale di Formula 1 corso oggi sul circuito di Magny Cours (308,586 km)

1. Fernando Alonso (Spa/Renault) in 1h31:22.233 (media: 202,638 km/h)
2. Kimi Raikkonen (Fin/McLaren-Mercedes) a 11.805
3. Michael Schumacher (Ger/Ferrari) 1:21.914
4. Jenson Button (Ing/BAR-Honda) 1 giro
5. Jarno Trulli (Ita/Toyota) 1 giro
6. Giancarlo Fisichella (Ita/Renault) 1 giro
7. Ralf Schumacher (Ger/Toyota) 1 giro
8. Jacques Villeneuve (Can/Sauber-Petronas) 1 giro
9. Rubens Barrichello (Bra/Ferrari) 1 giro
10. David Coulthard (Ing/Red Bull-Cosworth) 1 giro
11. Takuma Sato (Gia/Bar-Honda) 1 giro
12. Mark Webber (Aus/PoR/Jordan-Toyota) 3 giri
14. Nick Heidfeld (Ger/Williams-BMW) 4 giri
15. Narain Karthikeyan (Ind/Jordan-Toyota) 4 giri

- Classifica mondiale piloti dopo 10 Gp

1. Fernando Alonso (Spa) 69 punti
2. Kimi Raikkonen (Fin) 45
3. Michael Schumacher (Ger) 40
4. Jarno Trulli (Ita) 31
5. Rubens Barrichello (Bra) 29
6. Nick Heidfeld (Ger) 25
7. Mark Webber (Aus) 22
8. Ralf Schumacher (Ger) 22
9. Giancarlo Fisichella (Ita) 20
10. David Coulthard (Ing) 17
11. Juan Pablo Montoya (Col) 16
12. Felipe Massa (Bra) 7
13. Tiago Monteiro (Por) 6
14. Alexander Wurz (Aut) 6
15. Jacques Villeneuve (Can) 6

- Classifica costruttori

1. Renault 89 punti
2. McLaren-Mercedes 71
3. Ferrari 69
4. Toyota 53
5. Williams-BMW 47
6. Red Bull-Cosworth 22
7. Sauber-Petronas 13
8. Jordan-Toyota 11
9. Minardi-Cosworth 7
10. Bar-Honda 5

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400