Cerca

Torrente (Bari) «Vogliamo battere  la Sampdoria»

BARI – L'allenatore del Bari: «Proveremo a fare risultato a Marassi e a giocare una partita di carattere, la Samp è una grande, una squadra che ha trovato continuità di rendimento e una identità a livello tattico. Insieme al Torino e al Padova era all’inizio sulla carta una delle più forti quanto ad organico. Dobbiamo fare cinque o sei punti. Senza penalizzazioni saremmo già salvi»
• Penalizzazione: respinto ricorso
Torrente (Bari) «Vogliamo battere  la Sampdoria»
BARI – “Proveremo a fare risultato a Marassi e a giocare una partita di carattere, la Samp è una grande, una squadra che ha trovato continuità di rendimento e una identità a livello tattico. Insieme al Torino e al Padova era all’inizio sulla carta una delle più forti quanto ad organico”: sono questi i propositi di Vincenzo Torrente, allenatore del Bari, e storica bandiera del Genoa. 

“Mi interessa battere la Samp da barese – ha puntualizzato nell’incontro con i giornalisti al San Nicola, sgombrando il campo da possibili polemiche – E' una gara difficile. Fare tre punti al Ferraris sarebbe una bella soddisfazione per il gruppo. Non vorrei cambiare squadra rispetto alla formazione schierata con il Torino. Mi mancherà Caputo, Defendi non si è allenato con continuità. Recuperiamo Castillo e c'è Kutuzov. In difesa c'è il ballottaggio tra Borghese e Ceppitelli”. 

“Dobbiamo fare cinque o sei punti – ha aggiunto in merito agli obiettivi stagionali – senza penalizzazioni saremmo già salvi”.
Infine, una battuta sul comportamento degli ultras del Genoa nella gara di campionato con il Siena a Marassi: “Sono dispiaciuto per Genova – ha concluso Torrente – per il comportamento dei tifosi del Genoa, ma non vorrei aggiungere commenti”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400