Cerca

Venerdì 20 Ottobre 2017 | 17:51

Il presidente del Lecce: «Pellè resta con noi»

Rico Semeraro: «So bene che i nostri giovani fanno gola a molti, ma al momento non ho ricevuto richieste ufficiali da nessuno». L'attaccante dell'under 20 è rientrato dal prestito al Catania: «Crediamo molto in lui, anche se sappiamo che deve crescere. Di sicuro verrà in ritiro con noi»
LECCE - «So bene che i nostri giovani fanno gola a molti, ma al momento non ho ricevuto richieste ufficiali da nessuno». All'indomani della chiusura della prima parte di calciomercato, quella relativa alle risoluzioni delle comproprietà, il presidente del Lecce, Rico Semeraro, fa il punto della situazione in chiave-mercato. Cristian Ledesma, Graziano Pellè ed Erminio Rullo sono ad esempio sull'agenda di diversi club italiani, la Fiorentina dell'ex ds leccese Pantaleo Corvino su tutti. «L'interesse dei viola è ovvio perché Corvino conosce bene questi ragazzi e sa che valore hanno - ha detto Semeraro sul sito ufficiale del club pugliese -. Preciso però che non ho ricevuto offerte da nessuno, al momento sono soltanto fantasie giornalistiche».
Uno dei nomi più gettonati è quello di Pellè, l'attaccante dell'under 20 salito alla ribalta in seguito all'ottimo mondiale disputato, e di rientro dal prestito al Catania. «Crediamo molto in lui, anche se sappiamo che deve crescere. Di sicuro verrà in ritiro con noi. Non credo - ha aggiunto Semeraro - interessi alla Fiorentina, diversamente da Ledesma e Rullo, calciatori che hanno già consolidato il loro livello».
Per quanto riguarda gli altri giocatori, Semeraro è stato piuttosto chiaro. «Chi vuole rimanere a Lecce - spiega - al di là dell'offerta che la società dovesse ricevere, resterà a Lecce. Molto dipende dalla volontà del giocatore. Faccio l'esempio di Pinardi: Alex mi ha espresso la volontà di restare e io l'ho accontentato anche perché conosco il suo valore». E' invece da fantamercato l'ipotesi di un trasferimento di Miccoli in giallorosso, nonostante i messaggi d'amore del bomber nato proprio in Salento: «Fabrizio ha per il Lecce un ingaggio proibitivo - continua il presidente del club pugliese -. Ma credo, inoltre, che le strategie della Juventus siano già scritte. Non penso sia realistica un' ipotesi che vuole Miccoli a Lecce».
A comproprietà definite, Semeraro parla degli obiettivi futuri, a partire dalla conferma di Sam Dalla Bona, che al momento sembra lontana. «Dalla Bona è una pedina importante nelle strategie del Milan - conclude - il Lecce non può avere voce in capitolo. Noi abbiamo fatto i nostri tentativi, proprio facendo leva sulla volontà del ragazzo, ma la cosa è davvero molto molto difficile. Posso però dire che stiamo già lavorando ad ipotesi alternative delle quali non voglio parlare».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione