Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 07:50

Calcio - Il Torino ipoteca la serie A

Dopo nove vittorie consecutive, si è fermata la corsa del Perugia, sconfitto 2-1 al «Curi» da un Torino che ha ipotecato praticamente la promozione in serie A, visto che dovrà perdere domenica in casa con due reti di scarto per mancare l'obiettivo. In gol Balzaretti, Mascara e Marazzina
PERUGIA-TORINO 1-2 (1-1)

Perugia (4-3-1-2): Squizzi, Coly (4'st Ravanelli), Stendardo, Di Loreto, Milanese, Delvecchio, Mingozzi, Di Francesco (24'st Loumpoutis), Mascara (21'st Sedivec), Ferreira Pinto, Floro Flores. (18 Faraon, 33 Nastos, 5 Gorgone, 38 Negri). All. Colantuono.
Torino (4-4-2): Sorrentino, Peccarisi, Giacchetta (23'pt Mantovani), Mezzano, Carbone, Balzaretti Mudingayi, Codrea, Conticchio (39'st Pesaresi), Pinga, Marazzina (17'st Maniero). (31 Fontana, 25 Humberto, 19 Bruno, 9 Quagliarella). All. Zaccarelli.
Arbitro: Farina di Novi Ligure Marcatori: nel pt 21 Balzaretti, 44' Mascara; nel st 11' Marazzina.
Recupero: 3', 4'.
Angoli: 8-2 per il Perugia.
Ammoniti: Coly, Delvecchio, Giacchetta, Peccarisi, Balzaretti e Maniero per gioco falloso.
Spettatori: 17 mila circa.

PERUGIA - Dopo nove vittorie consecutive si è fermata la corsa del Perugia, sconfitto al «Curi» da un Torino che ha ipotecato praticamente la promozione in serie A, visto che dovrà perdere domenica in casa con due reti di scarto per mancare l' obiettivo. La squadra di Renato Zaccarelli ha giocato in maniera accorta e determinata, facendo leva soprattutto sulle invenzioni di Pinga e Marazzina in attacco per avere ragione della difesa perugina.
Meno efficaci del solito gli uomini di Stefano Colantuono, hanno fatto fatica sia ad imporre il proprio gioco, ma anche a contenere la brillantezza della manovra del Torino. E dopo che il Perugia aveva sfiorato il gol beffardo su un rilancio di Mascara, con la palla terminata sulla parte alta della traversa, i granata hanno trovato il gol con Balzaretti, pronto a ribattere facilmente una palla uscita da un contrasto al limite dell'area piccola tra Coly e Marazzina.
Lo svantaggio ha però scosso la squadra di Stefano Colantuono, che, approfittando anche dell' uscita dal terreno di gioco del granata Giacchetta per infortunio, si è gettata in avanti alla ricerca del gol, che è arrivato nel finale del primo tempo. Protagonista Delvecchio, che se ne è andato sulla fascia sinistra ed ha messo al centro un' invitante palla troppo avanti per Floro Flores, ma non per Mascara, che al secondo palo ha trovato la deviazione vincente.
All'inizio della ripresa Colantuono ha azzardato la mossa dell' inserimento di Ravanelli in attacco, richiamando in panchina l'impacciato senegalese Coly, che ha pagato la lunga assenza per gli impegni con la propria nazionale. Ma la mossa non ha dato gli effetti sperati, visto che a trovare il gol è stato ancora il Torino, con il sempre presente Marazzina. L'attaccante è andato alla conclusione da distanza ravvicinata e sulla linea di porta ha respinto Stendardo, ma ancora lo stesso attaccante è stato il più rapido di tutti nel ribadire in rete.
Nell'ultima parte, sulle due squadre si è fatta sentire la stanchezza ed il gioco ne ha risentito, favorendo l' azione difensiva dei granata. Il Perugia, con l' ingresso anche di Sedivec e Loumpoutis, ha continuato ad attaccare, ma in maniera spesso confusionaria. Ha però anche reclamato un calcio di rigore su un cross di Ferreira Pinto respinto con un braccio da Codrea e poi per una caduta dubbia di Floro Flores.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione