Cerca

Carboni: «Chi resta deve essere motivato»

L'allenatore del Bari di fatto scarica Valdes e conferma il richestissimo Gazzi: «Era un esordiente in B, a soli ventidue anni ha disputato un campionato di alto livello. Matarrese stravede per lui e vorrebbe tenerlo». Le conferme di Micolucci, Scaglia, Carrus e Rajcic lo rendono felice
BARI - «Gazzi è un giovane che è cresciuto moltissimo nella scorsa stagione. Era un esordiente in B, a soli ventidue anni ha disputato un campionato di alto livello. E' stato un pilastro della nostra squadra. Poi anche il presidente Matarrese stravede per il ragazzo e vorrebbe tenerlo»: l'allenatore del Bari, Guido Carboni, è in vacanza con figli e nipotini (i pargoli di Amedeo suo fratello, ex terzino di Bari, Roma e Valencia), ma segue con attenzione i movimenti e le voci di mercato.
Soddisfattissimo per le importanti conferme ("Non abbiamo fretta ma aver risolto bene le comproprietà ci dà fiducia"), ha espresso l'orientamento della società per trattenere in Puglia il centrocampista Alessandro Gazzi, seguito da osservatori di squadre di A per tutto il campionato (Fiorentina e Udinese). «Il requisito su cui non possiamo transigere - ha attaccato il tecnico - riguarda le motivazioni di chi arriva: deve esser contento di giocare con la maglia del Bari ed avere voglia di lottare».
La premessa si sposa in modo perfetto con il caso Valdes: il cileno vorrebbe rimanere in A e, tornando in biancorosso, potrebbe non avere gli stimoli giusti. Per questo nelle prossime ore Bari e Lecce troveranno inevitabilmente un accordo sul giocatore: i salentini si aggiudicheranno l'intero cartellino del mancino, mentre il Bari ne ricaverà una buona contropartita economica.
Le conferme di Micolucci, Scaglia, Carrus e Rajcic (anche se il sardo non ha smesso di sognare la A, e lo ha detto a chiare lettere) sono tasselli importanti per consolidare l'organico, ma potrebbero partire anche Gillet e Bellavista: «Il capitano ha disputato una stagione ottima - ha detto Carboni - tecnicamente è un giocatore che vorrebbe ogni allenatore». L'aretino si è fermato qui nella sua analisi. Le situazioni del portiere belga e del bitontino, infatti, si risolveranno solo con un possibile accordo per l'allungamento del contratto.
A Bari sono ritornati dopo un anno di positiva esperienza in C tanti ex primavera, Carboni li ha tenuti tutti sotto osservazione: «Alcuni hanno fatto bene - ha concluso - in particolare Berardi. I migliori senza dubbio verranno con noi in ritiro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400