Cerca

Lecce Cesena 0-0 occasione sprecata Beretta e il dito medio

LECCE – Il Lecce spreca una grandissima occasione per potersi avvicinare al quart'ultimo posto facendosi fermare sullo 0-0 dal Cesena, che, nonostante una situazione in classifica difficilissima, dimostra ancora una volta la sua voglia di difendere la maglia fino alla fine del campionato.
Lecce Cesena 0-0 occasione sprecata Beretta e il dito medio
LECCE-CESENA 0-0

Lecce (3-5-2): Benassi 7, Oddo 6, Miglionico 6, Tomovic 6, Cuadrado 5, Blasi 5.5 (37' st Corvia sv), Giacomazzi 6, Delvecchio 5.5 (13' st Bertolacci 5.5), Brivio 6, Muriel 5.5 (18' st Bojinov 5.5), Di Michele 5. (25 Petrachi, 3 Di Matteo, 6 Giandonato, 21 Grossmuller). All.: Cosmi 5.5.
Cesena (4-3-1-2): Antonioli 6.5, Comotto 6, Moras 6, Von Bergen 6, Pudil 6, Arrigoni 6, Colucci 6.5, Martinho 6 (19' st Djokovic 6), Santana 6 (37' st Del Nero sv), Malonga 5.5 (29' st Renella sv), Mutu 6. (88 Ravaglia, 2 Rodriguez, 6 Lauro, 28 Benalouane). All.: Beretta 6.
Arbitro: Banti di Livorno 6.
Angoli: 7-2 per il Lecce.
Recupero: 1' e 6'.
Ammoniti: Mutu, Pudil, Tomovic, Di Michele, Djokovic, Cuadrado per gioco falloso. Spettatori: 6.950.

LECCE – Il Lecce spreca una grandissima occasione per potersi avvicinare al quart'ultimo posto facendosi fermare sullo 0-0 dal Cesena, che, nonostante una situazione in classifica difficilissima, dimostra ancora una volta la sua voglia di difendere la maglia fino alla fine del campionato. 

Il Lecce sa che non può sbagliare, la posizione in classifica, non permette passi falsi; per il Cesena, invece, ormai si tratta più di partite da giocare per l’orgoglio e per mettere in vetrina qualche giocatore. L'inizio del Lecce è positivo, cerca di fare la partita, con un buon giro di palla, ma manca la cattiveria a ridosso dell’area di rigore cesenate. 

Cosmi in panchina si sbraccia con i suoi a causa dei tanti palloni persi. Al 15' prima grande occasione per i salentini: Brivio mette un cross dalla sinistra, stop di Delvecchio in area che si gira ma il suo tiro si ferma sul palo. Al 28' è ancora il Lecce ad andare vicino alla rete con Cuadrado che entra in slalom sulla destra in area e lascia partire un tiro ben respinto da Antonioli. 

Al 31' si vede anche il Cesena, con Mutu che ci prova dalla distanza e il suo tiro viene parato in due tempi da Benassi. Il Lecce è nervoso e Cosmi fa una certa fatica a tenere calmi Oddo e Cuadrado, che pensano più ad accusarsi a vicenda, e a riprendere Muriel che sembra un oggetto a sè stante rispetto al resto della squadra. Al 35', nel frattempo, il Lecce si dimentica Santana al centro dell’area di rigore che colpisce di testa e sfiora il palo sinistro alla destra di Benassi.

Al 38' e al 40' due buone occasioni con Miglionico e Tomovic ma entrambi i palloni finisco a lato. Al 41' è Di Michele imprecare verso Antonioli che gli toglie la palla dalla porta dopo una sua deviazione su cross di Cuadrado. Un minuto dopo è Muriel a mandare alto un pallone di Oddo su punizione. 

Il secondo tempo si apre con il Lecce lento nel portare palla e con poche idee, mentre il Cesena continua a stare dietro per ripartire e all’8' Benassi si deve allungare per deviare a lato un tiro di Mutu. Al 16' torna a farsi vedere il Lecce con Bertolacci, che però non riesce a dare forza al suo tiro nell’area piccola su assist di Muriel. 

Al 19' è ancora il Cesena ad sfiorare la rete del vantaggio con Colucci che ci prova dai 25 metri ma il suo tiro finisce di poco a lato. Al 21' è Cuadrado a non riuscire a centrare la porta dopo una bella azione del Lecce in area del Cesena. Al 35' altra grande parata Benassi su Mutu, che cerca di mettere il pallone sotto l'incrocio ma la manona del portiere salva. 

Al 47' Cuadrado sbaglia un’occasione incredibile dopo un veloce contropiede del Lecce mandando la palla a lato. I sei minuti di recupero non bastano al Lecce per riuscire a trovare i tre punti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400