Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 11:55

Gregucci: «Impegno, lealtà e sacrificio»

Prime dichiarazioni del neo allenatore del Lecce dopo la partenza di Zeman: «Sono queste le tre caratteristiche della mia squadra che dovrà disputare un campionato che porti alla salvezzaa. A me andrebbe bene che fossero confermati tutti quei giocatori che lo scorso anno hanno fatto molto bene»
LECCE - Ha mostrato sicurezza e determinazione il nuovo allenatore del Lecce, Angelo Gregucci, 41 anni, tarantino di San Giorgio Jonico, tecnico fino a domenica scorsa della Salernitana che ha portato alla salvezza. «Essere stato scelto dal Lecce rappresenta una tappa profondamente importante per la mia persona. Sia a livello emotivo, sia a livello tecnico - ha detto -. Sotto il profilo dell'emotività. Essere il successore di Zeman ed anche di Delio Rossi rappresenta per me un motivo di grande orgoglio. Impegno, lealtà e sacrificio sono le tre caratteristiche che metterò a disposizione della squadra e che la squadra dovrà mettere a mia disposizione. Il calcio di oggi non è molto corretto e leale. Il mio Lecce dovrà essere il simbolo del sacrificio e dell'impegno costante. Non dovrà mai arrendersi, cercando costantemente il massimo».
Gregucci ha poi detto che «il mio allenatore ideale è Ancelotti. Ma anche da Mancini ho preso qualcosa che mi torna utile per il mio lavoro». Sotto il profilo tattico, il neo tecnico leccese (alla sua presentazione c'erano il direttore dell'area tecnica Carlo Regalia ed il presidente Rico Semeraro) ha detto che è intenzionato a far giocare il Lecce con il modulo 4-3-3, senza dimenticare che ha anche spesso utilizzato il 4-4-2.
Riguardo alle voci di mercato, si è dichiarato felicissimo di poter eventualmente riavere alle sue dipendenze il giovane attaccante della Salernitana, Palladino (e potrebbe arrivare anche il difensore Lanzaro, ndr), ma ha precisato di aver chiesto soprattutto alla società di «confermare in blocco la squadra della scorsa stagione».
Con Gregucci saranno a Lecce, come allenatore in seconda, Cristiano Bergodi e, come preparatore atletico, Alessandro Ciullini. Confermati il preparatore atletico Enzo Vergine e il preparatore dei portieri Franco Paleari. Il ritiro si terrà a Cavalese (Trento) dal 15 agosto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione