Cerca

Martedì 17 Ottobre 2017 | 01:56

Obbligatorio il controllo antidoping sangue-urine

L'intesa tra l'Associazione Calciatori e le Lega professionistica varrà dal prossimo campionato. Approvata anche la variazione di norma secondo cui, in caso di sospensione di una partita, la prosecuzione in data diversa si giocherà non più dall'inizio, ma per i soli minuti non giocati
ROMA - Il controllo antidoping incrociato su sangue e urine sarà reso obbligatorio dal prossimo campionato. Lo hanno deciso l'Associazione Calciatori e le Lega professionistica su proposta del presidente della Federcalcio Carraro. Si tratta di un accordo tra le due associazioni che stralceranno la norma dal contratto collettivo tra società e calciatori, ancora in discussione e lontano dalla firma.
La Federcalcio ha inoltre presentato il logo per la candidatura dell'Italia ai campionati Europei del 2012. Si tratta di un pallone bianco, rosso e verde con all'interno due mani che si stringono, il tutto su uno sfondo azzurro. «Non è molto fantasioso, ma rappresenta italianità e amicizia». Approvata infine la variazione di norma della Lega professionisti secondo la quale in caso di sospensione di una partita la prosecuzione in data diversa si giocherà non più dall'inizio, ma per i soli minuti non giocati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione