Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 08:43

Basket - Bologna sfrutta il fattore campo

Nella gara 1 della finale scudetto, la Climamio parte benissimo, poi sbaglia e rischia la rimonta (Milano va da -21 a -5). Alla fine la squadra di Repesa s'impone: finisce 77-70. Nei padroni di casa, su tutti Douglas. Sabato 11 alle 20,15 gara 2 (diretta su Sky Sport 2)
Basket - Bologna sfrutta il fattore campo
BASKET - FINALE SCUDETTO

GARA1

CLIMAMIO BOLOGNA-ARMANI JEANS MILANO 77-70 (27-8, 36-28, 58-51)

CLIMAMIO: Rombaldoni, Basile 14, Mancinelli 5, Cotani 1, Smodis 9, Belinelli 9, Bagaric 4, Rancik 7, Lorbek 7, Piazza ne, Douglas 21. All. Repesa.
ARMANI: Schultze 7, Coldebella 4, McCullough 6, Singleton 7, Alberti ne, Maravic ne, Matteucci ne, Blair 17, Calabria 16, Gigena 6, Djordjevic 7, Cavaliero. All. Lardo.
ARBITRI: Lamonica, Taurino e Chiari.
NOTE - Tiri liberi: Climamio 20/23, Armani 18/27. Uscito per cinque falli: 39'22» Djordjevic (66-73). Tiri da tre punti: Climamio 9/24, Armani 4/19. Rimbalzi: Climamio 36, Armani 32. Spettatori 5.323 per un incasso di 87.750..

Bologna si aggiudica il primo pezzo di scudetto con una partenza sprint, Milano paga caro un avvio ad handicap. «Gara1» della finale che assegna il titolo del basket italiano è appannaggio della Fortitudo con Douglas (8/13 con 5/6 nelle triple), capitan Basile (4/13 al tiro, ma 6 assist e una gran difesa) e Smodis (autore della tripla del definitivo successo) a griffare un successo sofferto ma meritato.
Pronti: via, la squadra di Repesa vola sul +19 (addirittura +21 in avvio di secondo quarto), uno scatto bruciante che rende vano il successivo tentativo di rimonta dei lombardi bravi nel risalire fino al -5 a 3' dalla sirena finale. Basile, Smodis e Douglas imprimono ritmo alla partita: i felsinei difendono bene, recuperano palloni, volano in contropiede, segnano da tre. Milano è in balia delle onde, segna il primo canestro su azione con Blair dopo ben 6'15" (!) che si aggiunge al misero bottino di altri due punti frutto di tiri liberi. È una Caporetto alla quale la formazione di Lardo non riuscirà a rimediare, nonostante nel secondo quarto, pensando di avere la gara in tasca, Repesa rivoluzioni il quintetto. Il 20-7 firmato da Singleton, Calabria e Blair riavvicina l'Armani, ma non riapre la partita.
Basile e Rancik danno un nuovo colpo di reni, toccando +15 (48-33), Milano si affida a Djordjevic e Calabria (51-58 al 30'), ma è costretta a pagare lo sforzo fatto per inseguire gli avversari.
Come detto Bologna ha meritato la vittoria, mentre l'Armani è parsa un po' svuotata (la rimonta è frutto più degli errori della Climamio, che di meriti propri), pagando l'avvio da museo degli orrori, la mancanza di continuità delle guardie (Calabria 5/16, Gigena 2/3 e poche iniziative) ma soprattutto la serata negativa di McCullough (1/5), chiuso bene dalla difesa bolognese. Nella Climamio, oltre ai citati Douglas, Basile e Smodis, discreti Lorbek (3/5, 6 rimbalzi) e Rancik (1/5). Appuntamento a sabato per «gara2», quando Milano cercherà di controllare maggiormente il ritmo della partita, ma soprattutto di cogliere il primo successo della stagione (e della serie) contro Bologna con cui è 0-3.
Ninni Perchiazzi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione