Cerca

Calcio - Prova tv: due turni a Vieri

Per aver colpito «con un pugno o una manata a mano chiusa» Franceschini nel corso della partita contro la Reggina. Per quanto riguarda la rissa scoppiata al termine di Piacenza-Genoa, sei turni a Sottil, due a Scarpi e a Sartor, una a Stellone per il Genoa, e un turno a Masiello per il Piacenza
MILANO - Il giudice sportivo ha squalificato per due giornate Christian Vieri grazie alla prova televisiva per aver colpito «con un pugno o una manata a mano chiusa» Franceschini nel corso della partita contro la Reggina. Il giudice ha ritenuto valido l'utilizzo della prova televisiva per Christian Vieri dal momento che il suo gesto è da considerarsi violento, è sfuggito agli ufficiali di gara ed era estraneo all'azione di gioco. Dalle immagini si vede Franceschini che «pressa con marcatura molto rigida Vieri, usando anche le braccia. Vieri allora - spiega il giudice - volgendosi verso Franceschini lo colpisce al viso con un pugno o una manata a mano chiusa, e contemporaneamente lo allontana bruscamente da sè con l'altro braccio». Come attenuante per Vieri c'è il fatto che Franceschini ha ripreso immediatamente il suo posto in campo e quindi il giudice ha ritenuto «adeguata e conforme ai criteri costantemente applicati in casi analoghi» la squalifica di due giornate.
Per quanto riguarda la rissa scoppiata al termine di Piacenza-Genoa, il giudice ha inflitto sei turni di squalifica a Sottil, due a Scarpi e a Sartor, una a Stellone per il Genoa, e un turno a Masiello per il Piacenza, oltre all'ammenda di 10.000 euro al Genoa.
Per il resto, squalificati in B per due giornate Patrascu (Piacenza) e per una giornata Sbrizzo (Pescara, con ammenda di 1.250 euro), Brevi (Genoa), Confalone (Cesena), Galeoto (Treviso), Gastaldello, Juric e Matteini (Crotone), Bianco (Catania), Biso (Ascoli), Cherubini (Vicenza), Ciaramitaro e Pestrin (Cesena), Di Deo (Ternana), Fusco (Pescara) e Pecorari (Triestina). E' stato squalificato per un turno anche il tecnico del Piacenza Giuseppe Iachini per proteste nei confronti dell'arbitro, mentre è stato inibito fino al 13 giugno il dirigente accompagnatore del Catanzaro Francesco Iacopino.
I giocatori diffidati sono Corona (Catanzaro, con ammenda di 500 euro), Zaniolo, Ambrosio e Schiavi (Salernitana), Russo (Pescara), Biondini (Vicenza), De Simone (Verona), Di Liso (Catanzaro), Regonesi (Albinoleffe), Stellini (Genoa), Ferrarese (Salernitana, con ammenda di 750 euro) e Mascara (Perugia). Ammonizione e ammenda di 750 euro a Degano (Piacenza).
Queste le ammende per le società: 5.000 euro al Pescara, 3.000 euro al Catanzaro e al Genoa, 1.500 euro al Catania e al Crotone.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400