Cerca

Ciclismo - Basso vola alto a Limone Piemonte

L'italiano ha vinto in solitudine la 17esima tappa del Giro d'Italia. Si tratta della prima vittoria in carriera nella corsa. In classifica generale, Simoni riduce le distanze da Savoldelli. Sale anche Rujano. Perde terreno Di Luca. Domani cronometro, poi ultima tappa di montagna
LIMONE PIEMONTE - Dalla sofferenza dello Stelvio alla rinascita di Limone Piemonte. Il trionfo sulle Alpi di Ivan Basso dà ragione al corridore varesino: rivincita aveva promesso e rivincita è stata. Ed è stato bello vederlo girarsi a 250 metri dal traguardo e salutare Bjarne Rijs, il suo ds, che scollinando sullo Stelvio quattro giorni fa, mentre lo aiutava ad indossare la mantellina, gli aveva chiesto paternamente di mettere i piedi a terra e lasciare il Giro. Ivan, invece, i piedi li aveva puntati insistendo di voler continuare e di regalare alla squadra almeno una vittoria. E vittoria è stata oggi, la prima di Basso al Giro d'Italia, nel giorno che ha confermato Savoldelli in rosa ma con un vantaggio ancora più risicato nei confronti degli scatenati Simoni e Rujano.
La tattica della Csc è stata perfetta: il fido lussemburghese Frank Schleck si è sacrificato per l'intera giornata al fianco del varesino, così come Cunego ha fatto nei confronti di Simoni. E poi, anziché scattare in salita, Basso è andato via su un falsopiano verso Vernante, prima dell'ultima salita che ha portato la carovana a Limone Piemonte, insieme a Cioni, Tiralongo, Lobato e Caruso. Quindi il capolavoro sull'ascesa finale quando ha raggiunto e superato Caruso che aveva poco prima tentato l'allungo. Ai 7,5 km dal termine è scattato come una saetta macinando il rapporto che al Tour lo ha già fatto vincere. Dietro, persa la tappa (un errore che potrebbe costare caro fare andar via Basso senza seguirlo), Simoni ha cercato di guadagnare secondi il più possibile nei confronti di Savoldelli e dopo aver messo Cunego e gli altri della squadra a tirare sulle precedenti salite, ha allungato a 5 km dalla conclusione, attirandosi dietro, ma solo per un po', la maglia rosa mentre Rujano non lo ha mollato fino alla fine. Di Luca no, l'abruzzese ha accusato la prima piccola crisi del suo comunque meraviglioso Giro ed ha tagliato il traguardo con 1' di svantaggio nei confronti di Savoldelli che a sua volta si è fatto prendere poco meno da Simoni.
E con il trentino, adesso secondo nella generale a 58", da sottolineare l'ennesima prova di grande coraggio del colombiano Rujano che si è accodato a Simoni durante tutta la salita ed alla fine lo ha preceduto sul traguardo prendendo anche i 12» di abbuono contro gli 8» di Simoni, visibilmente infastidito da questo atteggiamento del portacolori della Colombia Selle Italia. Una giornata, comunque, che non ha deluso nessuno. Basso ha avuto la sua rivincita, Savoldelli ha tenuto bene, Simoni ha recuperato qualcosa pur rimanendo dietro, Di Luca ha ceduto ma rimane comunque pienamente in lizza per il podio a Milano.
E poi Rujano benissimo, Gonchar (domani crono adatta a lui) e Garate bene. Il Giro non finisce di stupire e nelle ultime due tappe promette ancora battaglia e colpi di scena: domani il programma prevede una cronometro che sulla carta è favorevole a Savoldelli ed anche a Di Luca ma poi sabato ci sarà ancora salita con Simoni e Rujano che si giocheranno le ultime carte per la vittoria finale alla vigilia di Milano.

Ordine d'arrivo della 17ª tappa dell'88esimo Giro d'Italia, con arrivo a Limone Piemonte

1. IVAN BASSO (ITA) in 5h15'46"
2. Josè Rujano (Ven) a 1'06"
3. GILBERTO SIMONI (ITA) s.t.
4. Wim Van Huffel (Bel) a 1'32"
5. Ivan Parra (Col) a 1'48"
6. Juan Manuel Garate (Spa) s.t.
7. PAOLO SAVOLDELLI (ITA) s.t.
8. Serhiy Honchar (Ukr) s.t.
9. Tadej Valjavec (Slo) s.t.
10. Vladimir Karpets (Rus) s.t.

11. DARIO DAVID CIONI (ITA) a 1'55"
12. EMANUELE SELLA (ITA) a 2'25"
13. MARZIO BRUSEGHIN (ITA) a 2'29"
14. GIAMPOLO CARUSO (ITA) a 2'34"
16. DANILO DI LUCA (ITA) a 2'49"
17. PIETRO CAUCCHIOLI (ITA) s.t.
20. DAMIANO CUNEGO (ITA) a 3'24"

Classifica generale dell'88esimo Giro d'Italia dopo la 17ª tappa con arrivo a Limone Piemonte:

1. PAOLO SAVOLDELLI (ITA) in 81h24'50"
2. GILBERTO SIMONI (ITA) a 58"
3. Josè Rujano (Ven) a 1'24"
4. DANILO DI LUCA (ITA) a 1'26"
5. Juan Garate (Spa) a 2'11"
6. Serhiy Honchar (Ucr) a 4'05"
7. PIETRO CAUCCHIOLI (ITA) a 4'26"
8. EMANUELE SELLA (ITA) a 6'27"
9. Vladimir Karpets (Rus) a 6'44"
10. DARIO DAVID CIONI (ITA) a 6'47"

11. MARZIO BRUSEGHIN (ITA) a 7'42"
13. DAMIANO CUNEGO (ITA) a 9'39"
15. GIAMPAOLO CARUSO (ITA) a 10'25"
30. IVAN BASSO (ITA) a 37'45"

CLASSIFICA A PUNTI GENERALE (MAGLIA CICLAMINO)
1. PAOLO BETTINI punti 142
2. ALESSANDRO PETACCHI 129
3. DANILO DI LUCA 123

CLASSIFICA GPM GENERALE (MAGLIA VERDE)
1. Josè Rujano punti 118
2. Ivan Parra 57
3. IVAN BASSO 38

CLASSIFICA INTERGIRO (MAGLIA AZZURRA)
1. STEFANO ZANINI (ITA) in 48h29'58"
2. PAOLO BETTINI (ITA) a 12"
3. Sven Krauss (Ger) a 14"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400