Cerca

Bovo del Parma salterà la gara di Lecce

Complessivamente, sono cinque i giocatori di serie A squalificati per un turno. Ammenda di 11 mila euro inflitta alla Juventus per striscioni «contenenti simboli e parole evocative del regime fascista». In serie B, stop per diciannove giocatori
MILANO - Sono cinque i giocatori di serie A squalificati questa settimana dal giudice sportivo, tutti per una giornata: Bovo (Parma), Ferrari (Roma), Rui Costa (Milan), Stakovic (Inter) e Zauli (Palermo).
L'ammonizione con diffida è stata inflitta a Cassano (Roma), con aggiunta di un'ammenda di 500 euro quale capitano, Dabo, Giannichedda e Zauri (Lazio), Barone e Terlizzi (Palermo), De Rossi (Roma), Cordoba (Inter), Bolano (Parma), Juarez (Bologna), Lopez (Cagliari), Schopp (Brescia) e Vergassola (Siena).
Per quanto riguarda le società, l'ammenda più pesante, 11 mila euro, è stata inflitta alla Juventus nella giornata dello scudetto per il comportamento dei suoi sostenitori, ed in particolare perché hanno «esposto, più volte durante l'incontro, striscioni contenenti simboli e parole evocative del regime fascista».
Altre ammende: 7 mila euro al Lecce, 6 mila al Livorno, 5 mila all'Atalanta e alla Roma, 4 mila alla Fiorentina, 2 mila a Brescia e Lazio.
Squalificati in serie B 19 giocatori. Ha inoltre deciso di inviare all'Ufficio Indagini il referto arbitrale relativo alla gara Catanzaro-Treviso perché al termine della partita alcune persone non identificate hanno colpito Micillo nell'area degli spogliatoi. Sull'episodio, secondo il Giudice sportivo, sono necessari «ulteriori accertamenti» e per questo è stato trasmesso il rapporto arbitrale.
Quanto ai giocatori, questi gli squalificati: tre giornate a Lanzaro (Salernitana); due giornate a Brevi (Ascoli) e Delvecchio (Perugia); una giornata a Groppi (Cesena), Kyriazis (Arezzo), Buscè (Empoli), Cortellini (Treviso), Ganci (Piacenza), Gargo (Genoa), Giuliano (Crotone), Minieri (Triestina), Pivotto (Modena), Quagliarella (Torino), Rigoni e Vanoli (Vicenza), Russo (Catania), Schveitzer (Venezia), Speranza (Ascoli), Zaniolo (Salernitana).
Ammonizione con diffida all'allenatore della Salernitana Gregucci per aver oltrepassato i limiti dell'area tecnica.
Inibizione a tutto il 12 giugno e ammenda di 2.500 euro al dirigente della Salernitana Imborgia per insulti all'arbitro.
Tra le società ammende di 5 mila euro all'Ascoli, 4.500 alla Salernitana, 4 mila al Perugia e al Torino, 3.500 all'Arezzo, 3 mila al Genoa, 1.500 al Catanzaro e al Cesena, 1.000 al Vicenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400