Cerca

Castellana, quanti brividi batte Perugia al tiebreak

CASTELLANA - Sono le 16.54, Falaschi commette l’invasione che permette a Perugia di portarsi sullo 0-2. Il pubblico del Pala Grotte, più infuocato che mai, contesta la squadra, impalpabile, inoffensiva e in balia degli avversari. La convinzione è che il campionato di A2 maschile di pallavolo, almeno per ciò che riguarda la promozione diretta, è ormai chiuso. Invece la New Mater ha un grande cuore e un gruppo di campioni capaci di tirare il meglio di sé nei momenti più difficili. Di Pinto rimescola le carte e la squadra ribalta la situazione. Nell’arco di un’ora la Bcc-Nep batte la Sir Safety al tiebreak e da un possibile meno sei accorcia a meno due
Castellana, quanti brividi batte Perugia al tiebreak
BCC-NEP CASTELLANA-SIR SAFETY PERUGIA 3-2 

BCC-NEP CASTELLANA:Falaschi 1, Milushev 8; Castellano 4, Rodriguez 15; Elia 13, Salgado 3; Ricciardello (L); Cazzaniga 7, Cicola 7, Giosa 6. N.e. Rinaldi, Maric, Torre P.. Allenatore Di Pinto.

PERUGIA: Daldello 4, Tamburo 25; Vujevic 10, Petric 17; Tommasetti 12, Corsini 10, Cesarini (L); Bucaioni 2, Belcecchi, Zamagni. N.e. Fusaro, Bartoli, Lattanzi. Allenatore Kovac.

ARBITRI:Perri di Roma e Simbari di Milano

PROGRESSIONE SET:21-25 (in 28’), 18-25 (in 26’), 25-21 (in 26'), 25-22 (30'), 15-12 (20') per un totale di due ore e dieci minuti.

NOTE Battute vincenti: Castellana 6, Perugia 7. Battute sbagliate: Castellana 13, Perugia 22. Muri: Castellana 6, Perugia 9.

CASTELLANA - Sono le 16.54, Falaschi commette l’invasione che permette a Perugia di portarsi sullo 0-2. Il pubblico del Pala Grotte, più infuocato che mai, contesta la squadra, impalpabile, inoffensiva e in balia degli avversari. Ancora nessun muro, palloni sporcati o difesi da contare sulle dita di una mano. La convinzione è che il campionato di A2, almeno per ciò che riguarda la promozione diretta, è ormai chiuso.

Invece la New Mater ha un grande cuore e un gruppo di campioni capaci di tirare il meglio di sé nei momenti più difficili. Di Pinto rimescola le carte e la squadra ribalta la situazione. Nell’arco di un’ora la Bcc-Nep batte la Sir Safety al tiebreak e da un possibile meno sei accorcia a meno due.

Quella dei primi due set è una squadra abulica e incapace di offendere una formazione – non va dimenticato – che conduce con merito la classifica e che vanta giocatori di grande spessore. Ma Falaschi sembra meno ispirato del solito, Milushev è disinnescato (soli cinque punti), nessun muro e una buona difesa solo nella rotazione che porta al servizio Salgado in cui i gialloblu trovano un break di cinque punti (17-14) nel primo set. Impietosa la striscia finale del secondo parziale che conduce al suddetto errore del palleggiatore locale (18-25).

Non è un caso se Castellana abbia il sopravvento quando arrivano i primi muri vincenti e una migliore qualità in attacco. E non è neanche un caso che in campo ci siano Giosa e Cicola. I due subentrati stoppano più volte gli avversari, si tolgono lo sfizio di siglare degli ace, infondono fiducia nei propri compagni. C'è molta grinta e anche un buon Cazzaniga. Ciò che conta è vincere e sfruttando la fallosità di Perugia – ultimo errore quello di Tamburo – Castellana coglie un prezioso successo. Per il morale e per la classifica, perché domenica si fa visita al fanalino di coda Reggio Emilia con la convinzione di essere più forti di prima. Perché l’A1 è sempre lì, a due passi, o meglio, a due punti.

Gianluca Cascione

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400