Cerca

Show nella ripresa Lecce-Siena 4-1 La felicità di Cosmi

LECCE - Nell’anticipo della 24esima giornata del campionato si serie A di calcio, i salentini dilagano nel secondo tempo nello scontro diretto contro i toscani. In vantaggio i gli ospiti con Del Grosso al 25', pareggio dei pugliesi al 32' con Muriel. Poi, i giallorossi si scatenano: vanno a segno Di Michele su rigore al 68', Cuadrado all'82', e Brivio al 94'
• I risultati: Juventus-Catania 3-1
• La classifica: Lecce a quota 21
• I cannonieri: Di MIchele, 7 gol
• Il prossimo turno: Cagliari-Lecce
Show nella ripresa Lecce-Siena 4-1 La felicità di Cosmi
LECCE-SIENA 4-1 (1-1 nel primo tempo)

LECCE (3-5-2): Benassi 7; Oddo 6, Carrozzieri 5.5, Esposito sv(11'pt Di Matteo 6); Cuadrado 7, Giacomazzi 6, Blasi 6, Obodo 5.5 (14'st Bertolacci 5.5), Brivio 6.5; Muriel 7.5 (46'st Delvecchio sv), Di Michele 6.5. In panchina: Julio Sergio, Giandonato, Bojinov, Corvia. Allenatore: Cosmi 7. 
SIENA (3-4-2-1): Pegolo 6.5; Terzi 6, Rossettini 5.5, Contini 6 (25'st Giorgi 6); Angelo 6.5, Parravicini 5.5 (7'st Gazzi 5), Vergassola 6, Grossi 6.5; Brienza 6, Reginaldo 6 (13'st Destro 6); Calaiò 6.5. In panchina: Farelli, Belmonte, D’Agostino, Mannino. Allenatore: Sannino 6. 
ARBITRO: Rizzoli di Bologna 5.5. 
RETI: 25'pt Del Grosso, 32'pt Muriel; 23'st Di Michele (R), 37'st Cuadrado, 49'st Brivio. NOTE: mattinata soleggiata, terreno in discrete condizioni, spettatori 15.000. Ammoniti: Reginaldo, Terzi, Obodo, Rossettini, Carrozzieri, Cuadrado, Vergassola. Espulso al 45'st Blasi per gioco violento. Angoli: 5-4 per il Siena. Recupero: 1', 4'.

LECCE – Una vittoria che rilancia il Lecce in chiave salvezza. La squadra di Cosmi, data per spacciata qualche mese fa, compie un altro piccolo passo verso un obiettivo che non è più una chimera. Grazie alla spinta dei suoi colombiani, Muriel e Cuadrado, i salentini battono al «Via del Mare» per 4-1 il Siena nell’anticipo-salvezza di mezzogiorno. Privo di Falcone, Grossmuller, Ofere e Tomovic, Cosmi si affida a centrocampo a due ex perugini come Blasi e Obodo, puntando in attacco alla coppia formata da Muriel e Di Michele. Sannino, senza Brkic e Bogdani, schiera invece la difesa a tre e manda in panchina Destro per dar spazio, alle spalle di Calaiò, a Reginaldo. 

Parte convinto il Lecce ma il Siena non solo è guardingo ma anche pronto a prendere le redini della sfida. Così avviene, con Rossettini che, al 12', sfiora il vantaggio avventandosi in area sulla respinta corta di Terzi: Oddo in scivolata evita la capitolazione. Benassi è lesto, al 13', ad uscire in tuffo sul cross di Calaiò per Reginaldo e, al 19', a bloccare il sinistro di Brienza dopo un’azione tambureggiante dei toscani. Episodio che farà discutere al 21': Terzi lancia Reginaldo, che in area salta Carrozzieri per poi cadere. Il contatto forse c'è ma l’arbitro Rizzoli ammonisce la punta ospite per simulazione. Il Siena però non demorde e al 25' trova il meritato vantaggio: Angelo crossa sul secondo palo e Del Grosso, al volo, firma la sua prima rete nella massima serie. Il Lecce ha il merito di reagire subito e di pareggiare al 32' con Muriel, che un minuto prima aveva impegnato in corner Pegolo. Dagli sviluppo dell’angolo, e dopo un altro salvataggio del portiere bianconero, il colombiano si fa trovare presente sotto porta per il tocco dell’1-1. 

Nella ripresa, al 10', Benassi esce bene sul cross di Angelo per Calaiò e, al 19', neutralizza una conclusione di controbalzo del neo entrato Destro. Al 23', però, è il Lecce a spezzare l'equilibrio: grande azione di Muriel, che entra in area e viene affossato da Gazzi. Rizzoli indica il dischetto e Di Michele realizza il 2-1. Sannino getta nella mischia anche Giorgi ed il Siena prende decisamente le redini del match, trovando però sempre attento Benassi, efficace nelle uscite alte (su Calaiò al 31') e basse (al 35' su Giorgi). A chiudere i conti, dopo il tentativo di forcing dei toscani, è Cuadrado, che al 37' vola per 50 metri, vince un rimpallo con Rossettini e mette dentro il 3-1. 

Nel finale i toscani restano in dieci per l’uscita in barella di Brienza, infortunato, senza contare che Giorgi è costretto a restare in campo anche se acciaccato. Nel recupero, poi, Blasi si fa espellere per un calcetto di reazione e Muriel guadagna una standing-ovation più che meritata per quanto fatto vedere in campo. Al termine del recupero, infine, il poker leccese con una gran punizione di Brivio che fissa lo score sul 4-1. In classifica il Lecce sale a 21 punti, a sole due lunghezze proprio dal Siena, che resta fermo a quota 23: anche in basso, dunque, la storia di questo campionato resta ancora tutta da scrivere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400