Cerca

Brindisi sbanca Barcellona nella Legadue di basket

BARCELLONA - Brindisi corsaro a Barcellona (69-70) con una prestazione maiuscola sotto tutti i punti di vista, al cospetto di una rivale per la promozione. Approccio più determinato degli ospiti, grazie alla vena di Hunter e Borovniak, che riescono a trovare con continuità la via del canestro giallorosso. Su fronte opposto, la squadra di Pancotto soffre la difesa ospite e non sempre trova soluzioni efficaci in attacco
• Ostuni, vittoria salvezza
Brindisi sbanca Barcellona nella Legadue di basket
Sigma Barcellona-Enel Brindisi 69-70 

BARCELLONA Rotundo ne, Lukauskis 8 (0/3; 4/7), Green 6 (1/6; 1/2), Hicks 14 (3/7; 1/2), Bucci 9 (0/4; 2/4), Mocavero 6 (2/4), Dordei 6 (2/2), Da Ros 8 (3/4; 0/3), Piazza 2 (1/2), Martin 3 (1/2), Bonessio ne. All. Pancotto.

BRINDISI Maestrello, Poletti, Formenti 2, Hunter 19 (3/8; 2/7), Renfroe 9 (4/4; 0/1), Borovniak 17 (6/8), Callahan 6 (2/2), Zerini 9 (3/3; 1/1), Giuri 8 (1/1; 0/1), Vorzillo, Preite. All. Bucchi.

ARBITRI Pasetto di Firenze, Perretti di Napoli e Beneduce di Caserta.

parziali 15-23; 26-35; 52-55, 69-70

NOTE - Tiri liberi: Bar 19/31; Br 23/27. Tiri da 2: Bar 13/34; Br 19/26. Tiri da 3: Bar 8/20; Bri 3/16. Uscito per falli: Hicks.

BARCELLONA - Brindisi corsaro a Barcellona con una prestazione maiuscola sotto tutti i punti di vista, al cospetto di una rivale per la promozione. Approccio più determinato degli ospiti, grazie alla vena di Hunter e Borovniak, che riescono a trovare con continuità la via del canestro giallorosso. Su fronte opposto, la squadra di Pancotto soffre la difesa ospite e non sempre trova soluzioni efficaci in attacco.

Il margine per Brindisi sale così a + 5 (7-12) a metà del primo parziale, e quando Barcellona si avvicina fino al -3 (11-14) a 3'23" dalla sirena, gli arbitri fischiano in tecnico alla panchina per le proteste di Pancotto. I pugliesi schizzano via fino al + 8 (15-23) con cui si chiude il tempo.

Dopo la sosta, Barcellona schiera l'ex Piazza che trova le geometrie giuste per spingere la squadra fino al -2 (23-25) con un parziale di 8-2 per i giallorossi a 7'15" dall'intervallo. La partita resta in sostanziale equilibrio. A 14' una tripla di Lukauskis regala il primo vantaggio a Barcellona (29-28), ma è Brindisi ad andare al riposo con un piccolo margine di +4 (29-33).

Brindisi prova a scappar via, approfittando di un blackout di Barcellona, che per 2'30" non trova il canestro. Il margine di vantaggio sale così a +8 (29-37). A spezzare il digiuno siciliano ci pensa il capitano Bucci: dopo un tiro libero, realizza la tripla del -4 (33-37). Gli ospiti però rispondono con Zerini, ma la gara resta aperta. Hunter riporta Brindisi per un attimo sul +8 (39-47), ma Barcellona ha una reazione veemente, che spinge i giallorossi ancora a -3, con la regia di Piazza, al posto di un nervoso Green, e le triple ispirate di Lukauskis. Hunter perde la testa, protestando per un presunto fallo non concesso, e si becca il tecnico che con i punti di Hicks e Lukauskis, riportano Barcellona in vantaggio (50-49).

Le due formazioni iniziano l'ultimo quarto con Brindisi avanti di 3 lunghezze (52-55). Agli ospiti resta l'inerzia della gara anche in avvio di quarto parziale, ma coach Bucchi deve fronteggiare una situazione di falli pesante con Hunter, Renfroe e Borovniak a quota quattro con 6'30" da giocare. Barcellona sbaglia troppo dalla lunetta e nonostante un difesa aggressiva, non riesce a trovare il guizzo per tornare con in vantaggio.

Un’infrazione di passi di Callahan concede a Barcellona la palla del pareggio (63-63), realizzato da Green fino a quel momento evanescente. Due liberi di Giuri portano Brindisi sul +2 a 2' dalla fine, ma Green da tre dà a Barcellona il nuovo vantaggio (66-65). Lukauskis recupera su tiro di Borovniak e conquista un fallo, ma il lituano commette un doppio errore a 50" dalla fine.

Hicks commette il quinto fallo su Hunter, che dalla lunetta non sbaglia (66-67) a 34". Green sbaglia anche questa volta come all'andata e Brindisi strappa la vittoria con i liberi di Giuri (66-69). Bucci non compie il miracolo e dopo un libero di Renfroe, la partita si chiude con una tripla inutile dello stesso Bucci.

Giuseppe Puliafito

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400