Cerca

«Lecce, senza gol strada in salita»

di MASSIMO BARBANO
LECCE - Le occasioni da rete non sfruttate la causa della mancata vittoria contro il Bologna. È questa la sintesi per spiegare il pareggio di domenica scorsa. L’analisi di Gennaro Delvecchio punta quindi l’indice sull’incapacità di finalizzare. «Tre o quattro palle gol a partita devono bastare per poter vincere», dice il centrocampista, «altrimenti la salvezza diventa difficile. Dobbiamo essere più cinici sotto porta»
«Lecce, senza gol strada in salita»
di Massimo Barbano

LECCE - Le occasioni da rete non sfruttate la causa della mancata vittoria contro il Bologna. È questa la sintesi per spiegare il pareggio di domenica scorsa. L’analisi di Gennaro Delvecchio punta quindi l’indice sull’incapacità di finalizzare. «Tre o quattro palle gol a partita devono bastare per poter vincere», dice il centrocampista, «altrimenti la salvezza diventa difficile. Dobbiamo essere più cinici sotto porta».

Anche perchè la costruzione delle occasioni da rete non manca. «Ho rivisto la partita e abbiamo costruito molto. Intanto c’era un rigore netto su Di Michele; Garics lo ha letteralmente scalciato in area, poi Giacomazzi all’inizio con il colpo di testa che è andato leggermente alto ed ancora quella grande occasione di Muriel all’inizio del secondo tempo. Era andato anche oltre il portiere, poi forse la palla è rimbalzata male; e infine quell’occasione di Cuadrado che è stato anticipato in extremis ed eravamo già in dieci. Le uniche azioni di rilievo del Bologna sono scaturite da due calci di punizione con lanci a girare, poi non ricordo altre azioni dove abbiamo sofferto particolarmente. Loro sono venuti qui per prendere un pareggio, alla fine meglio che sia andata così perchè si poteva anche perdere».

Un’autocritica anche alla sua prestazione personale. «Non sono andato benissimo, specialmente nel primo tempo, forse proprio perchè ero troppo carico e questo mi ha creato un pò di nervosismo. Sono stato un pò troppo falloso e poco lucido ed ho perso tempo a litigare con Mudingayi. Più di un giocatore del Bologna ha giocato sul mio nervosismo anche perchè ero già ammmonito, ma per fortuna ho saputo controllarmi. Non potevo permettermi il lusso di lasciare la squadra in dieci».

Tuttavia, la partita della salvezza è ancora tuta da giocare. «Se solo avessimo vinto con il Bologna», continua Delvecchio, «ci troveremmo a due punti dal Bologna, che poi, in sostanza, sarebbe uno, visto che siamo in vantaggio negli scontri diretti e a due dal Siena. Insomma, siamo pienamente attaccati al treno della salvezza. Allo stesso modo se riusciremo a vincere a Bergamo, o se pareggiassimo e poi vincessimo la partita successiva contro il Siena, si aprirebbero davvero degli scenari davvero insperati. Io sono convinto che questa squadra può raggiungere l’obiettivo che si è prefisso, perchè ha i valori giusti. Sappiamo che a Bergamo troveremo una squadra molto combattiva, ma ci stiamo preparando al meglio per tornare con due punti. Firmerei per non perdere», continua Delvecchio, «ma qualche occasione da rete l’avremo e se saremo tosti e determinati, non si può escludere la vittoria».

Infine un elemento positivo è la fiducia che la squadra ha sentito da parte del pubblico. «Quando sono arrivato qui mi avevano detto che avrei trovato una certa spaccatura con l’ambiente», continua il centrocampista, «invece alla fine della partita contro il Bologna, i nostri tifosi ci hanno applaudito nononostante la mancata vittoria. Questo signfica moltissimo, ci fa sentire più forti, perchè sappiamo di avere la fiducia della gente».

benassi out Almeno una quindicina di giorni la prognosi per il portiere Massimiliano Benassi uscito anzitempo contro il Bologna a causa di uno stiramento. Ieri sera il portiere si è sottoposto ad una risonanza magnetica che ha confermato la contrattura al flessore della coscia. Salterà la partita di Bergamo con l’Atalanta e molto probabilmente anche quella in casa contro il Siena. Verso il recupero invece Esposito per il quale ieri è arrivata la mascherina in titanio. Si valuterà se con l’ausilio di questo presidio potrà essere in campo. Fuori ancora Ofere. Oggi allenamento a Calimera (ore 10), domani pomeriggio test infrasettimanale contro la formazione degli Allievi allenata da Claudio Luperto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400