Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 21:34

Castellana non perde colpi E domenica c'è il derby Molfetta torna terzo incomodo

CASTELLANA - Continua il duello a distanza tra la Bcc-Nep e Perugia in cima alla serie A2 di pallavolo maschile. Le duellanti non hanno tentennamenti neanche nella settima giornata di ritorno battendo le rispettive avversarie. Il punto di vantaggio è conservato dagli umbri che sperano di approfittare del prossimo turno per aumentare il solco giacché ci sarà il derby di Puglia al Pala Poli di Molfetta mentre il sestetto di Kovac sarà impegnato a Santa Croce. Febbraio potrebbe essere il mese della verità visto che tra due settimane proprio le due squadre si sfideranno al Pala Grotte in quella che potrebbe essere la gara decisiva della stagione
Castellana non perde colpi E domenica c'è il derby Molfetta torna terzo incomodo
CASTELLANA-CICCHETTI ISERNIA 3-1 

BCC-NEP CASTELLANA: Falaschi 1, Milushev 25; Castellano 10, Rodriguez 17; Elia 7, Salgado 7; Ricciardello (L); Cazzaniga, Cicola 1, Giosa, Maric 3, Torre P. N.e. Rinaldi. Allenatore Di Pinto.

ISERNIA:Saitta 8, Cardona 22; Fiore 18, Poikela 2; Sesto 6, Di Franco 6, Spampinato (L); Mengozzi, Cayir 2, Della Corte, Simone. N.e. Torre A., De Caria. Allenatore Giannini.

ARBITRI:Prati di Pavia e Somansino di Curtatone (Mn)

PROGRESSIONE SET:22-25 (in 29’), 25-18 (in 28’), 25-19 (in 30'), 25-23 (33') per un totale di due ore.

NOTE Battute vincenti: Castellana 4, Isernia 3. Battute sbagliate: Castellana 14, Isernia 13. Muri: Castellana 9, Isernia 14.

CASTELLANA - Continua il duello a distanza tra la Bcc-Nep e Perugia in cima alla serie A2. Le duellanti non hanno tentennamenti neanche nella settima giornata di ritorno battendo le rispettive avversarie.

Il punto di vantaggio è conservato dagli umbri che sperano di approfittare del prossimo turno per aumentare il solco giacché ci sarà il derby di Puglia al Pala Poli di Molfetta mentre il sestetto di Kovac sarà impegnato a Santa Croce, comunque reduce dal buon risultato di Corigliano (3-2). Febbraio potrebbe essere il mese della verità visto che tra due settimane proprio le due squadre si sfideranno al Pala Grotte in quella che potrebbe essere la gara decisiva della stagione. All’appuntamento le due società sembrano avanzare in due differenti modi: Perugia, ancora una volta, annichilisce la CheBanca! Milano, a cui concede solo 54 punti, mentre i pugliesi non sfoderano la migliore prestazione stagionale superando Isernia in quattro set. Premettendo che, ad esclusione del primo parziale, il divario tra la New Mater e i molisani è stato evidente, va riconosciuto che la squadra di casa non è stata spumeggiante. C'è ancora da lavorare e c'è la consapevolezza che giocando così sarà complicato scalzare Perugia dalla vetta. Nel set d’esordio i gialloblu hanno palesato dei limiti tangibili: zero muri e zero ace, con il filotto di quattro punti consecutivi con Salgado al servizio (7-6), così come successivamente avviene con Giosa e ancora con il cubano, due che non eccellono per la loro battuta «flot».

Con Ricciardello ormai definitivamente preferito nel ruolo di libero a Cicola (nella prima partita mette a segno un punto e consegna il definitivo 22-25), la Bcc-Nep successivamente si dimostra pronta in difesa, sfruttando anche l’imprecisione degli avversari, crescendo anche a muro (nove in totale). Rodriguez (17 punti a referto) segna la rimonta (25-18), proseguita dal febbricitante Maric (25-19). Qualche difficoltà nell’ultimo set concluso affannosamente dallo stesso serbo (25-23).

Gianluca Cascione

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione