Cerca

Cras, addio all'Eurolega con un successo in casa

di ANGELO LORETO
TARANTO - Il commiato dall’Eurolega è con il sorriso per il Cras Taranto che batte il Rivas Ecopolis Madrid 68-65 e chiude la fase regolare del girone C al sesto posto, prima delle non qualificate alla seconda fase playoff. Sesto successo europeo quello di ieri sera per le rossoblù (8 ko) che vincono una gara tiratissima ed equilibrata per 40 minuti
Cras, addio all'Eurolega con un successo in casa
CRAS TARANTO-RIVAS ECOPOLIS MADRID 68-65 

TARANTO: Sottana 6, Greco 7, Mahoney 10, Godin 12, Vaughn 10; Gianolla 6, Siccardi, Ballardini 13, Masoni, Giauro, Pascalau, Dacic 4. All. Ricchini.
MADRID: Aguilar 8, Cruz 2, Carson 15, Jones 17, Pirsic 8; Garcia 2, Krivacevic 4, Gimeno 5, Nicholls 4. Ne: Justel, Treffers. All. Martinez Mendez.
ARBITRI: Sundic (Montenegro), Bertrand (Svizzera), Vassallo (Malta).
PARZIALI: 25-18, 39-36, 53-54, 68-65.
NOTE: tiri liberi: Ta 15/18, Ma 10/16; tiri da 2: Ta 19/41, Ma 26/47; tiri da 3: Ta 5/14, Ma 1/9; rimbalzi: Ta 30, Ma 36. 

di ANGELO LORETO 

TARANTO - Il commiato dall’Eurolega è con il sorriso per il Cras Taranto che batte il Rivas Ecopolis Madrid e chiude la fase regolare del girone C al sesto posto, prima delle non qualificate alla seconda fase playoff. Sesto successo europeo quello di ieri sera per le rossoblù (8 ko) che vincono una gara tiratissima ed equilibrata per 40 minuti. 

Che il Cras voglia onorare fino all’ultimo l’Eurolega lo si capisce sin dai primi minuti. Vaughn, Sottana e Mahoney da 3 scattano subito sull’8-2, l’ala americana fa 12-5 ma al 5’ Aguilar accorcia 16-13. Ricchini schiera allora le sue a zona “3-2”, la mossa funziona e 5 punti di Dacic e un canestro con libero aggiuntivo di Godin portano al 25-16 del 9’ (massimo vantaggio del Cras). Rivas però reagisce nel secondo parziale: con Krivacevic si riavvicina 27-22, Ballardini respinge le spagnole indietro con una tripla ma sale in cattedra Carson che con 7 punti di fila opera il sorpasso sul 32-33 al 16’. Taranto però, come già molte volte avvenuto quest’anno, una volta agganciata resta fredda e con Greco da 3 torna avanti 37-33. 

Le spagnole rientrano subito dopo l’intervallo e sorpassano 41-42 con Jones al 22’. Il match diventa allora un punto a punto: Ballardini colpisce da 3, Carson pareggia ancora, sempre l’ala di Faenza dalla lunga distanza fa 49-47 al 25’ mentre Mahoney con 4 falli lascia il posto a Masoni. Dai liberi di Pirsic arrivano per il Rivas Ecopolis i punti del +1 al 30’. Il gap si allunga con Krivacevic e Carson per il 53-58, un vantaggio che raggiunge il massimo (+7) con Gimeno al 25’ prima del rientro in campo di Mahoney che scuote le rossoblù e conduce al -1 del 64-65 a un minuto e mezzo dalla fine. Alla statunitense si affianca l’altra pedina decisiva, Gianolla, che lancia Godin per il 66-65. Due liberi, di Godin a 21 secondi dalla fine, e di Mahoney a 9, portano al 68-65. Carson tenta la tripla del pareggio ma la sbaglia per un successo onorevole del Cras. 

GIRONE C – Ultima giornata: Brno-Kosice 57-79, Cracovia-Gospic 74-71, Montpellier-Mosca 71-72, Taranto-Madrid 68-65. Classifica: Mosca 25; Cracovia 24; Kosice 23; Madrid 22; Montpellier, Taranto 20; Gospic 19; Brno 15.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400