Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 13:54

Pallavolo/A2 Donne - Altamura, campionato finito

La squadra di nuovo estromessa, come lo scorso anno, dagli spareggi per la promozione in A1. La Lines Tradeco è stata sconfitta nello spareggio della semifinale dei play-off dall'Arzano (3-1). Le napoletane passano alla finale. Delusione per circa cento tifosi pugliesi che hanno affrontato la trasferta
Original Marines Arzano - Lines Tradeco Altamura 3-1 (25-16, 18-25, 25-18, 25-20)

• ARZANO: Quaranta 12, Drozina 6, Bachman 11, Iadarola (libero),
Okrachkova 10, Grimaldi, Marcekova 8, Cella 14. N.e. Vico, Rolla,
Aprea, Tenza. All. Piscopo.
• ALTAMURA: Stabile (libero), Bottiglione 1, Roll 14, Capuano 13, Romanò 10, Rocca, De Moraes 14, Fontana. N.e. Pellecchia, Masino, Ancona. All. Marasciulo.
• ARBITRI: Marchello e Caltabiano.
• NOTE - Durata set: 20', 21', 25', 27' per complessivi 93 minuti di
gioco.

NAPOLI - L'Altamura non ce l'ha fatta. Cala il sipario sul campionato
della Lines Tradeco battuta per 3-1 nello spareggio della semifinale
dei play-off promozione. Alla finale accede così l'Original Marines
Arzano che festeggia la qualificazione sul proprio parquet al
PalaDennerlein di Napoli-Barra. Delusione per il team altamurano e per i circa cento tifosi al seguito.
La prova dell'Altamura non è stata pari a quella casalinga di mercoledì in gara 2. Determinatissime invece le napoletane, che hanno dominato l'incontro con la sola eccezione del secondo set. La vice-capolista ha dimostrato di meritare il pronostico di favorita per la promozione.
L'Altamura non può recriminare più di tanto: l'Arzano è squadra più
forte e completa.
Altamura discontinua nella partita che valeva una stagione. Sotto tono rispetto alla gara giocata in casa in cui Roll e compagne avevano spadroneggiato. Una curiosità: le partite tra Arzano e Altamura sono finite sempre per 3-1 (tre volte a favore delle campane, una delle murgiane).
«Siamo sinceramente amareggiati. Non siamo riusciti a chiudere il terzo set ed abbiamo fatto rientrare in partita l'Arzano» commenta il
direttore sportivo dell'Altamura, Pippo Laterza. «Ringraziamo tutti per averci sostenuti - aggiunge -. Alcuni hanno raggiunto Barra con il pullman, altri con le proprie auto».
La scaramanzia non ha portato bene. L'Altamura confidava infatti nella cabala: nelle ultime stagioni la squadra quinta classificata ha poi battuto la seconda e conquistato la promozione in A1. Era accaduto l'anno scorso al Tortolì che, con Marasciulo in panchina, conquistò la A1 da quinta classificata ai danni proprio dell'Altamura. La storia non si è ripetuta. L'Altamura resta in A2 insieme al Matera ed è costretta a rinviare il derby con il Santeramo in A1.
Onofrio Bruno

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione