Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 19:11

Il Parma farà ricorso per il petardo su Luca Bucci

L'esplosione ferì il portiere e lo costrinse ad abbandonare la semifinale di Coppa Uefa contro il Cska Mosca. L'ad Luca Baraldi: Bucci ha dei forti giramenti di testa e non sta per nulla bene
MOSCA - Il Parma farà ricorso per il petardo che ha costretto il portiere Luca Bucci ad abbandonare la semifinale di Coppa Uefa contro il Cska Mosca.
«L'ho appena firmato», ha detto l'amministratore delegato Luca Baraldi.
Intanto Bucci è assistito da medici contattati dall'ambasciata italiana e in serata sarà portato in ospedale per accertamenti.
«Bucci ha dei forti giramenti di testa e non sta per nulla bene - ha spiegato Baraldi -. Ora è negli spogliatoi assistito da medici contattati dall'ambasciata italiana, che ringrazio. Appena possibile sarà portato in una struttura clinica di Mosca per tutti gli accertamenti del caso. Non sta affatto bene. E sicuramente non tornerà in Italia con noi, con il resto della squadra, ma successivamente». L'amministratore delegato del Parma ha anche spiegato la dinamica del fatto: «Bucci non è stato colpito, ma il dolore dipende dal petardo che gli è scoppiato vicino».
Nessuna esitazione sulla presentazione del ricorso già pochi minuti dopo la partita: «Nella sfortuna - ha continuato Baraldi - abbiamo avuto la fortuna di avere i nostri legali qui allo stadio al nostro seguito e così abbiamo già impostato il ricorso con l'avvocato Rigo. L'ho firmato appena adesso».
Del petardo s'è ovviamente dispiaciuto Vassili Gazzaev, tecnico del Cska: «Certamente non è corretto quel gesto, e a volte capita che petardi vengano lanciati in campo, come è successo fra Milan e Inter. E' un gesto sbagliato e spero che sia la prima e ultima volta che capiti una cosa del genere».
Bucci rimarrà nella capitale russa insieme ad alcuni medici e alla moglie, che aveva seguito il Parma nella trasferta a Mosca.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione