Cerca

Foggia stende Pisa zona playoff vicina

di MASSIMO LEVANTACI
FOGGIA - Com’è bello il Foggia di notte, vince con merito e senza soffrire contro un Pisa al terzo ko consecutivo nella Prima Divisione di calcio. Ma se i toscani sembravano in disarmo, i rossoneri avevano invece il vento in poppa dei quattro risultati utili consecutivi: la differenza in campo si è vista tutta tra le due formazioni. E’ stata una partita giocata con intelligenza dagli uomini di Stringara, vinta grazie al gol di Venitucci
Foggia stende Pisa zona playoff vicina
FOGGIA-PISA 1-0 

Foggia: Ginestra 6; D’Orsi 6 Gigliotti 6.5 Toppan 6; Traore 7 (44’ st Wagner sv) Molina 6 Perpetuini 6.5 Cardin 5; Cruz 6.5 (29’ st Cortesi 6) Agodirin 6 Venitucci 7 (11’ st Tomi 6). A disp. Botticella, Bianchi, Giovio, Pompilio. All. Stringara.

Pisa: Pugliesi 6; Audel 5 Raimondi 6 Buscaroli 6 Bizzotto 5 (1’ st Benvenga 6); Tulli 5 Obodo 5.5 Berardocco 5 Tremolada 5 (17’ st Strizzolo 5); Perez 5 Carparelli 5.5 (36’ st Ilari 5). All. Sepe, Ton, Sodano, Scampini. All. Pagliari (in panchina Tacchi).

Arbitro: Pasqua di Tivoli.

Rete: 26’ Venitucci.

Note: spettatori 2500 circa (1883 abbonati). Ammoniti Bizzotto, Audel, Agodirin, Gigliotti, Cardin, Buscaroli, Raimondi.

di MASSIMO LEVANTACI

FOGGIA - Com’è bello il Foggia di notte, vince con merito e senza soffrire contro un Pisa al terzo ko consecutivo. Ma se i toscani sembravano in disarmo, i rossoneri avevano invece il vento in poppa dei quattro risultati utili consecutivi: la differenza in campo si è vista tutta tra le due formazioni, Foggia a fare il bello e il cattivo tempo mentre il Pisa, a parte qualche sporadico brivido nella ripresa, non pervenuto. E’ stata una partita giocata con intelligenza dagli uomini di Stringara, passati in vantaggio dopo una splendida combinazione partita dai piedi di Cruz che faceva scorrere sulla corsia di destra lo straordinario Traore che imbeccava al centro Venitucci pronto alla facile battuta a rete. Un gol facile facile, ma il Foggia non ha mai rinunciato a giocare nemmeno quando nella ripresa il Pisa cercava di salire per mettere in difficoltà la retroguardia rossonera. In realtà il Foggia al di là di qualche superficialità difensiva non ha rischiato nulla (nel finale Toppan e Ginestra stavano combinando un mezzo pasticcio davanti agli occhi dell’inflessibile guardalinee Ernetti di Roma 2 che un anno fa annullò tre gol ai rossoneri in Foggia-Nocerina).

Insomma proprio un bel Foggia sotto i riflettori dello Zaccheria che ora si rilancia in campionato a sei lunghezze dalla zona playoff e con un futuro promettente davanti. A proposito di futuro, ieri ha visto la partita dalla tribuna Mirko Velardi, neoacquisto nello scambio che prevede il ritorno al mittente di Tiboni. I rossoneri nella prima frazione non hanno dato fiato ai toscani. La squadra di Stringara, disposta nel 3-4-3 ha pressato con gli esterni e sfoderato un Venitucci smanioso di mettersi in mostra al rientro dal 1’ dopo due mesi. Ma se l’ex juventino ha timbrato il risultato con il gol-partita, il suo compagno di reparto Cruz le provate tutte per andare a bersaglio e nella prima frazione si è messo in luce anche per aver suggerito ottime combinazioni da gol.

Il Foggia gioca un calcio piacevole mettendo alle corde i toscani con per buona parte del primo tempo. Nella ripresa i nerazzurri cercano di venir fuori dallo choc dei primi 45’ con un paio di mosse: Benvenga rileva un disastroso (e falloso) Bizzotto sulla corsia di sinistra, in attacco Strizzolo sostituisce uno stremato Tremolada. Ma è sempre il Foggia ad avere il pallino del gioco. Stringara opportunamente all’11’ della ripresa mandava sotto la doccia Venitucci, che cominciava a corricchiare in mezzo al campo, per far posto a un più tonico Tomi sacrificato in panchina nella prima frazione proprio per fare spazio al rientrante fantasista. Il Foggia accelereva, ma con giudizio. Nel finale subiva il ritorno del Pisa che con Tremolada (13’ tiro dal limite parato) e Tulli (29’ diagonale che sfiora il palo) costruiva le due occasioni da gol più pericolose. Solo fuochi di paglia.

LA NUOVA CLASSIFICATernana 44 punti; Taranto 43; Carpi 36; Sorrento 35; Pro Vercelli 34; Tritium 29; Benevento, Avellino, Como, Foggia, Lumezzane 28; Pisa 26; Reggiana 22; Spal 17; Monza, Viareggio 14; Foligno 11; Pavia 9.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400